CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA

XVLegislatura

Interrogazione n. 1147/A

ZANCHETTA, con richiesta di risposta scritta, sulla violazione del Regolamento e dei diritti dei Consiglieri regionali per mancata o tardiva risposta da parte della Giunta regionale alle interrogazioni consiliari.

***************

Il sottoscritto,

premesso che:
- il diritto all'informazione, espressamente previsto al capo XIV, articolo 105, del Regolamento interno, costituisce un elemento imprescindibile dell'esercizio del mandato del Consigliere regionale;
- uno degli strumenti con cui il diritto all'informazione trova esplicazione è rappresentato dall'interrogazione, il cui procedimento è dettato dal successivo capo XV dello stesso Regolamento;
- l'interrogazione, atto fondamentale del sindacato ispettivo esercitato dal Consiglio nei confronti della Giunta regionale "presentata da uno o più consiglieri o su esplicita richiesta di un Presidente di Gruppo" a norma dell'articolo 107 del capo XV deve avere risposta da parte della Giunta regionale entro quindici giorni;

preso atto che:
- dare risposta entro i termini alle interrogazioni consiliari è un atto dovuto e non una semplice facoltà lasciata alla libera scelta dei componenti la Giunta regionale;
- neanche la metà delle oltre mille interrogazioni consiliari presentate ha avuto esito, rimanendo sterili atti di richiesta per cui, come si può verificare sul sito del Consiglio regionale, non è pervenuta risposta;
- la Giunta regionale, anche quando risponde, non rispetta il termine dei 15 giorni stabiliti dal Regolamento perché funzionali allo scopo del procedimento ispettivo che per produrre i propri effetti ha bisogno di tempi rapidi e di un iter definito;

evidenziato che le interrogazioni presentate dallo scrivente sono rimaste quasi tutte inevase, fatta eccezione per due risposte pervenute dopo diversi mesi dalla presentazione, una addirittura a distanza di quasi un anno, in evidente spregio delle prerogative stabilite per l'esercizio del sindacato ispettivo del Consiglio regionale;

rimarcato che la Giunta regionale deve garantire, nel reciproco rispetto dei ruoli, lo svolgimento delle funzioni attribuite dalla Costituzione e dallo Statuto al Consiglio regionale che concorre alla determinazione dell'indirizzo politico regionale ed esplica le funzioni di controllo sull'attività della Giunta,

chiede di interrogare il Presidente della Regione per sapere:
1) se sia a conoscenza dell'irrituale comportamento tenuto da alcuni componenti della Giunta regionale nei confronti delle funzioni di controllo svolte dai Consiglieri regionali attraverso la presentazione di interrogazioni che rimangono in gran parte prive della dovuta risposta o la ricevono in tempi irragionevoli;
2) quali provvedimenti intenda adottare per garantire ai Consiglieri il diritto di esercitare il proprio ruolo istituzionale assicurando le risposte alle interrogazioni nei tempi previsti dal Regolamento del Consiglio regionale.

Cagliari, 14 giugno 2017