CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA

XVLegislatura

Interrogazione n. 1158/A

CHERCHI Augusto - CONGIU - DESINI - MANCA Pier Mario - UNALI, con richiesta di risposta scritta, per il finanziamento delle opere di mitigazione del rischio idrogeologico riguardante il Comune di Bosa per la manutenzione straordinaria dell'alveo del fiume Temo.

***************

I sottoscritti,

premesso che:

- la principale criticità che caratterizza l'assetto del fiume Temo riguarda l'inadeguato sistema difensivo dell'abitato di Bosa sia sul versante della sponda destra che in quello della sponda sinistra;

- l'attuale sistema di protezione dell'abitato non è adatto a garantire il contenimento degli eventi di piena con un tempo di ritorno superiore ai 50 anni, in quanto gran parte dell'abitato è stato costruito nelle aree golenali del Temo e pertanto gli allagamenti interessano vasti settori dell'agglomerato urbano;

- tale criticità continua a essere accentuata dalla mancata pulizia e dragaggio dell'alveo del fiume Temo, che con l'aumento della sua portata, come conseguenza del dragaggio, farebbe immediatamente mitigare il rischio, oltre che rendere più agevole la navigabilità turistica e professionale del fiume;

ricordato che in fase di discussione della finanziaria regionale, il 22 marzo 2017 è stato presentato l'emendamento congiunto Cherchi A. - Marras, teso a ottenere un contributo di un milione e mezzo di euro al fine di finanziare la manutenzione straordinaria e il dragaggio dell'alveo del fiume Temo;

considerato che l'emendamento prevedeva una copertura finanziaria che attingeva dai risparmi del bando sull'elisoccorso stimati allora in 6 milioni di euro e derivanti sia dai ritardi nella pubblicazione del bando sia dalla consapevolezza che nel 2017 il servizio difficilmente si sarebbe potuto avviare e dal fatto che la base d'asta di 93 milioni era eccessiva anche perché basata sull'annualità anche del 2017 che si considera non più valida per l'avvio del servizio;

valutato che l'emendamento, bocciato dall'aula per soli due voti, ha avuto però come esito l'impegno da parte dell'Assessore regionale della programmazione, bilancio, credito e assetto del territorio di finanziare l'opera con eventuali ribassi d'asta dell'appalto di 93 milioni per l'elisoccorso;

visto che a oggi il bando sull'elisoccorso non è stato ancora pubblicato in quanto è stato respinto dall'Autorità nazionale anticorruzione per anomalie del disciplinare di gara sull'offerta economica;

preso atto che pertanto l'importo di gara si è ridotto da 93 a circa 79.8 milioni di euro;

considerato che anche con una stima ottimistica il servizio dell'elisoccorso non potrà che partire nel 2018; 

considerato tutto quanto al fine di evidenziare che le risorse finanziarie ci sono e sono immediatamente disponibili per essere impiegate nella difesa e tutela della vita delle persone,

chiedono di interrogare il Presidente della Regione e l'Assessore regionale della programmazione, bilancio, credito e assetto del territorio per conoscere se e quando intendono far fede alle promesse e agli impegni presi davanti al Consiglio regionale e ai sardi e far dare l'avvio agli atti che autorizzino la spesa per di dragaggio del fiume Temo con carattere di urgenza.

Cagliari, 27 giugno 2017