CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA

XVLegislatura

Interrogazione n. 1160/A

LAI - COCCO Daniele Secondo - PIZZUTO - ZEDDA Paolo Flavio, con richiesta di risposta scritta, sulla crisi idrica nel settore agroalimentare della Trexenta.

***************

 

I sottoscritti,

premesso che le attività agricola e zootecnica ricoprono un ruolo fondamentale nel sistema economico produttivo della Trexenta;

considerato che:
- sulla stampa locale sono apparsi recentemente articoli che registrano il malessere degli amministratori locali della zona, derivanti dalla situazione di crisi dell'agricoltura in Trexenta;
-      a causa della scarsa disponibilità di risorse idriche, molte comunità di tale regione geografica, ultima in ordine di tempo quella di Guasila, stanno assistendo alla rinuncia degli agricoltori alla coltivazione di molte colture irrigue;

valutato che:
- tale scarsità di risorse idriche è da addebitare alla persistente siccità, ma anche all'organizzazione del sistema irriguo della zona;
- della superficie di 4.500 ettari, afferenti il Comune di Guasila, appena il 20 per cento risulta coperto da impianti di irrigazione;
- alla limitata distribuzione degli impianti si aggiunge una scarsa qualità degli stessi, che comporta una pessima funzionalità della rete di distribuzione dell'acqua di irrigazione;

rilevato che tale condizione infrastrutturale ha ridotto, di fatto, l'attività agricola alla monocoltura del grano e fatto perdere a tale territorio la possibilità di sviluppare le attività ad alto valore aggiunto complessivo necessitanti di elevato apporto irriguo;

preso atto che all'interno del patto della Sardegna sono stati stanziati 30 milioni di euro per il comparto agricolo, da destinare a interventi nel settore irriguo, oltre a 50 milioni per la messa in sicurezza e la riqualificazione funzionale di opere infrastrutturali nello stesso settore,

chiedono di interrogare il Presidente della Regione e l'Assessore regionale dell'agricoltura e riforma agro-pastorale per sapere:
1) se siano a conoscenza dei disagio degli agricoltori della Trexenta e, in particolare, del comune di Guasila derivante dalla scarsa disponibilità di risorse idriche;
2) che azioni si intendono intraprendere per rispondere al bisogno di tali operatori economici;
3) quale utilizzo e impiego si intende dare alla risorse economiche stanziate nel patto per la Sardegna;
4) se non reputino opportuno aprire un tavolo con il Consorzio di bonifica per prevedere interventi infrastrutturali urgenti e dare risposte adeguate ed efficaci per risolvere il problema della perdurante carenza di risorse idriche.

Cagliari, 28 giugno 2017