CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA

XVLegislatura

Interrogazione n. 1179/A

DEDONI - COSSA - CRISPONI, con richiesta di risposta scritta, sull'eventuale illegittimità degli atti del Direttore generale di LAORE Sardegna di conferimento degli incarichi di coordinamento per i funzionari interessati inquadrati nella categoria D.

***************

 

I sottoscritti,

premesso che il Direttore generale dell'Agenzia LAORE Sardegna, la dott.ssa Maria Ibba, con la nota n. 18146 del 28 giugno 2017, avviava le procedure per il conferimento degli incarichi di coordinamento per i funzionari inquadrati nella categoria D con la procedura di selezione prevista da ex articoli 100 e successivi del CCRL, nonché dall'articolo 13 del CCI dell'Agenzia LAORE;

considerato che tale procedura è la stessa per la quale LAORE risulta già condannata in primo grado ed in appello;

constatato che, anche a seguito delle discutibili modalità concorsuali, esiste un insostenibile livello di conflittualità tra la dott.ssa Maria Ibba, diverse organizzazioni sindacali e numerosi lavoratori in possesso dei titoli di studio e di specifici titoli professionali ed esperienze lavorative di livello superiore, scaturenti proprio nelle scelte che la dirigente ha attuato nella gestione del personale;

ricordato che la struttura organizzativa dell'Agenzia LAORE è stata modificata, intervenendo su statuto e regolamenti approvati con legge, nel 2015 con una semplice deliberazione del direttore generale, atto che è stato già oggetto di sentenze a sfavore,

chiedono di interrogare l'Assessore degli affari generali, personale e riforma della Regione per sapere:
1) se sia a conoscenza di quanto su esposto;
2) se corrisponda al vero che l'Agenzia LAORE non ha ancora applicato la sentenza n. 18/2017 della Corte di appello di Cagliari, laddove individua chiaramente le procedure da seguire nell'attribuzione degli incarichi di cui trattasi, secondo i criteri di trasparenza e correttezza amministrativa;
3) se intenda assumere iniziative volte a rimuovere la discutibile confusione nelle valutazioni dei funzionari per fare in modo che, oltre al curriculum, l'Agenzia LAORE provveda:
a) ad introdurre modalità di controllo della veridicità di quanto riportato nei curricula;
b) a determinare il peso da attribuire alle singole voci ex articolo 13 del CCI dell'Agenzia LAORE;
c) ad accertare che l'amministrazione non abbia precostituito posizioni da riconoscere all'atto delle nomine, magari attraverso corsi di formazione ad hoc;
d) a verificare che tutti gli interessati abbiano goduto di pari opportunità formative;
e) a costituire un organismo in posizione di terzietà che valuti i curricula ed attribuisca il punteggio od il peso relativo;
f) a specificare che dette procedure devono valere, evidentemente, anche per il conferimento di tutti gli incarichi comportanti l'attribuzione di una indennità ex articolo 100 del CCRL in vigore;
g) a rendere pubbliche le relative graduatorie;
4) se intenda, altresì, assumere iniziative volte a verificare l'opportunità e l'urgenza di rimuovere la dott.ssa Ibba dall'incarico di Direttore generale dell'Agenzia LAORE, per riportare il clima lavorativo e relazionale, nonché la funzionalità della importante struttura pubblica sul territorio a un livello di normalità, quale era quello precedente all'attuale stato di confusione e di paralisi indotto dalla stessa dirigente, valutate anche le numerose condanne subite, il cui costo è stato sostenuto direttamente dai fondi dell'Agenzia (oggetto di tre specifiche segnalazioni alla Corte dei conti);
5) come intenda procedere per evitare ulteriori danni all'Amministrazione regionale derivanti da eventuali, prevedibili sentenze di condanna in sede civile e della Corte dei conti, tanto più in considerazione del fatto che il mancato recepimento delle sentenza implica chiaramente un aumento del contenzioso in materia con un aggravio dei conti pubblici e concorre a rendere non trasparente l'operato di una amministrazione pubblica.

Cagliari, 13 luglio 2017