CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA

XVLegislatura

Interrogazione n. 1192/A

MARRAS, con richiesta di risposta scritta, sui dati effettivi del fenomeno dell'immigrazione in Sardegna e sulle soluzioni alle relative problematiche.

***************

Il sottoscritto,

premesso che la Sardegna si è sempre caratterizzata in termini di solidarietà e la sua popolazione non è mai venuta meno al dovere morale di accoglienza e comprensione verso tutti quei migranti che sono fuggiti dai propri paesi in guerra o con situazioni economiche e politiche disastrose;

verificato che tra gli immigrati arrivati in Sardegna, così come nel resto dell'Italia, sono veramente una minoranza coloro che provengono da determinate aree a rischio, mentre gli altri sono immigrati clandestini che non fuggono dai loro Paesi;

preso atto:
- che negli ultimi mesi, ad un intensificarsi degli sbarchi nell'Isola di immigrati, si registrano innumerevoli episodi di cronaca con protagonisti gli extracomunitari che con atti di criminalità e soprattutto con vari reati contro il patrimonio e contro le persone diventano un problema per la sicurezza generale;
- che il rispetto della legge ormai è stato sostituito da una situazione di anarchia dove, tra furti, accattonaggio, aggressioni, molestie, blocchi stradali, prostituzione, intimidazioni di vario genere, devastazione dei traghetti (ancora vivo è il ricordo dello scandalo avvenuto sulla tratta Cagliari-Napoli), distruzione dei mezzi pubblici, atti di teppismo, furti di massa nei supermercati (un esempio per tutti è il caso avvenuto alla Lidl di Cagliari), fanno crescere sempre più nei cittadini sardi preoccupazione e paura; ricordando, inoltre, che molti non abbandonano l'Isola nonostante i decreti di espulsione (altro esempio il caso dei due algerini arrestati dalla polizia nel Sulcis, già espulsi nel 2014 e 2106);
- della possibilità che con l'afflusso di immigrati possano essere arrivate nell'Isola anche nuove forme di criminalità organizzata;
- del fatto che diversi immigrati, pur affetti da malattie infettive, non rispettano i protocolli sanitari rendendosi successivamente irreperibili;
- della forte preoccupazione dei cittadini per la propria incolumità dovuta ai punti precedenti e a un più generale problema di sicurezza nella società;
- del fallimento della politica di integrazione dei migranti;

rilevato che:
- il Ministero dell'interno riporta che nel 2016 (periodo 1° gennaio - 18 luglio) gli immigrati arrivati nel nostro Paese erano 79.877, mentre nello stesso periodo del 2017 il dato sale a 93.284 (con un +16,78 per cento);
- il porto di Cagliari ha già superato la metà degli sbarchi di immigrati del porto di Reggio Calabria (che è 4° nella classifica delle destinazioni);
- solo a fine giugno 2017, sono arrivati al porto di Cagliari n. 903 immigrati, a bordo di una nave militare spagnola di cui 708 uomini, 126 donne e 69 bambini;

verificato che:
- le nostre coste sono paurosamente travolte da una inarrestabile marea umana di disperati;
- i flussi migratori non accennano a diminuire, anzi si palesano con indicatori significativamente in aumento che reclamano un impegno deciso per governare i molteplici aspetti che si manifestano con evidenti ricadute negative sulla cittadinanza;
- allo stato attuale, non esistono dati inequivocabili sui migranti riferiti solo alla Sardegna;
- non sembrano esistere progetti validi per arginare quanto sopra esposto,

chiede di interrogare il Presidente della Regione per sapere - realmente - a tutt'oggi:
1) quanti siano gli immigrati arrivati in Sardegna dal 1° gennaio 2017 ad oggi ;
2) se sia a conoscenza di nuovi e imminenti sbarchi di migranti al porto di Cagliari;
3) quanti siano gli immigrati totali presenti nell'Isola tenendo in considerazione anche quelli arrivati prima del 2017;
4) quanti siano le donne e i bambini migranti presenti;
5) quanti siano stati riconosciuti o abbiano richiesto il riconoscimento di rifugiati politici;
6) quante siano le strutture di accoglienza presenti nell'Isola, dove siano ubicate e quanti ospiti siano presenti al loro interno;
7) se sia prevista l'apertura di nuove strutture di accoglienza nell'Isola e dove;
8) quanti siano stati i rimpatri effettuati per gli immigrati irregolari;
9) quali misure e tempistiche si prevedono per agevolare rimpatri più veloci ed efficaci quale forte segnale per scoraggiare i pericolosi viaggi della speranza;
10) quanti siano gli immigrati denunciati o arrestati per reati e quanti siano a piede libero;
11) se venga fornita ad ogni immigrato da parte della Regione ulteriore dotazione (economica o materiale) oltre a quella prevista dal Governo;
12) a quali nazioni appartengano gli immigrati presenti in Sardegna;
13) a quale stadio sia arrivato il Piano regionale per l'accoglienza dei flussi migratori non programmati;
14) quali risultati siano stati raggiunti sino ad oggi nella gestione del fenomeno migratorio in Sardegna;
15) che tipo di azioni voglia intraprendere la Giunta al fine di risolvere le problematiche sopra esposte.

Cagliari, 21 luglio 2017