CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA

XVLegislatura

Interrogazione n. 1193/A

COSSA, con richiesta di risposta scritta, sullo stato di abbandono dei locali del vecchio ambulatorio di Sestu e sul suo possibile utilizzo come guardia medica.

***************

Il sottoscritto,

premesso che a seguito dell'apertura del nuovo poliambulatorio la ASL ha abbandonato i locali del vecchio ambulatorio di via Gramsci a Sestu;

considerato che l'immobile e il terreno circostante non vengono manutenuti e sono diventati ricettacolo di roditori e insetti, creando notevoli problemi alle famiglie che risiedono nella zona; 

constatato che questo stato di cose, unitamente alla mancanza di risposte alle questioni sollevate nei mesi scorsi dall'interrogante, è indicativo di quanto scarsa sia l'attenzione della ATS sui servizi sanitari e sulla situazione delle strutture presenti nel territorio comunale di Sestu; 

evidenziato che la struttura di via Gramsci, collocata al centro dell'abitato, potrebbe comodamente ospitare la guardia medica, liberando alcuni ambienti che invece sarebbero molto utili per consentire al poliambulatorio di via Dante di erogare in modo più puntuale ed efficace le prestazioni all'utenza;

tenuto conto che, come già più volte evidenziato in passato dallo scrivente, da oltre 10 anni nessun investimento di edilizia sanitaria viene fatto a Sestu, comune che conta oltre 20.000 abitanti, laddove ben diversa attenzione è stata riservata ad altri territori,

chiede di interrogare il Presidente della Regione e l'Assessore regionale dell'igiene e sanità e dell'assistenza sociale per sapere se:
1) siano a conoscenza di quanto su esposto;
2) non ritengano di dover intervenire per scongiurare la paradossale situazione che un locale di proprietà della ATS diventi causa di emergenza sanitaria proprio nel cuore del centro abitato di Sestu;
3) non ritengano di dover intervenire presso i vertici dell'ATS e della ASSL perché realizzino in tempi brevi gli interventi di recupero necessari per rendere utilizzabili come guardia medica i locali di via Gramsci e liberare gli ambienti attualmente adibiti a tale fine sul retro del poliambulatorio di via Dante, ciò che contribuirebbe in modo determinante a rendere meglio fruibili i locali del poliambulatorio medesimo.

Cagliari, 24 luglio 2017