CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA

XVLegislatura

Interrogazione n. 1195/A

RUBIU, con richiesta di risposta scritta, sulla mancata liquidazione delle pratiche di Forestazione produttiva (in base al regolamento CEE n. 2080/92).

***************

Il sottoscritto,

premesso che in base al regolamento CEE n. 2080/92 si istituisce un regime comunitario di aiuti alle misure forestali nel settore agricolo;

visto che:
- l'imboschimento delle superfici agricole riveste particolare importanza sia per l'utilizzazione del suolo e per la difesa dell'ambiente, sia come contributo alla riduzione della carenza di risorse silvicole nella comunità e come complemento della politica comunitaria intesa a tenere sotto controllo la produzione agricola;
- migliaia di imprenditori agricoli sardi sono in attesa di vedersi erogati i contributi comunitari riguardanti la forestazione produttiva in base alla succitata normativa per l'annata 2016;

tenuto conto che:
- il mondo delle campagne è strangolato da una crisi senza precedenti, a causa di una prolungata crisi di mercato che affligge le produzioni isolane e per le diverse problematiche legate ad annate siccitose nonché ai danni subiti per il maltempo;
- si rileva la difficoltà delle migliaia di aziende agricole di accedere agli strumenti di sostegno e agli indennizzi previsti;

evidenziato che:
- la crisi finanziaria delle aziende agro-zootecniche rischia di portare al collasso uno dei comparti che rappresentano la spina dorsale dell'economia isolana;
- lo scorso 1° febbraio 2017 le vertenze riguardanti il mondo agricolo isolano sono arrivate a Cagliari, attraverso una grande manifestazione indetta dalla Coldiretti, che ha visto la partecipazione di migliaia di agricoltori e pastori;

preso atto che:
- i continui ritardi nei pagamenti delle risorse relative ai premi comunitari PAC, alle indennità compensative e agli indennizzi per le emergenze stanno fortemente penalizzando gli agricoltori isolani;
- sarebbero necessari una serie di interventi da mettere in campo per tentare di risollevare un comparto in forte stato di necessità; 
- non si è invece fronteggiato il dramma dei pastori che denunciano un prezzo del latte sotto i costi di produzione; la difficoltà dei cerealicoltori che vedono mortificato il proprio grano dall'invasione di quello estero; la giusta attenzione all'universo dei pescatori e dei suinicoltori; indifferenza e disinteresse anche sulle cartelle pazze dell'acqua inviate agli agricoltori; sui danni della fauna selvatica; senza considerare le tematiche riguardanti il refresh, l'istituzione dell'organismo pagatore sardo, le calamità naturali, il credito e tutte le altre vertenze di un comparto agricolo in ginocchio;

atteso che:
- l'Agenzia regionale per l'erogazione degli aiuti in agricoltura (Argea) non ha ancora caricato i verbali dei controlli eseguiti alle aziende nell'anno 2016 sull'apposito portale informatico, senza una plausibile giustificazione;
- è quindi indispensabile un intervento per accelerare tali procedure;

rilevato che, senza questo passaggio, l'Agenzia regionale per la gestione e l'erogazione degli aiuti in agricoltura non può procedere con le istruttorie e le conseguenti liquidazioni delle risorse relative alla Forestazione produttiva (in base al regolamento CEE n. 2080/92),

chiede di interrogare il Presidente della Regione e l'Assessore regionale dell'agricoltura e riforma agro-pastorale per sapere:
1) i motivi per i quali non si sia ancora proceduto ad attivare le procedure per completare l'iter relativo al pagamento delle risorse riguardanti la Forestazione produttiva (in base al regolamento CEE n. 2080/92);
2) se non ritengano opportuno accelerare le procedure di Argea per caricare i verbali dei controlli eseguiti alle aziende nell'anno 2016 sull'apposito portale informatico.

Cagliari, 25 luglio 2017