CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA

XVLegislatura

Interrogazione n. 1222/A

TRUZZU, con richiesta di risposta scritta, sull'attuazione del programma di mobilità familiare, così come previsto dall'articolo 9, comma 13, della legge regionale 13 aprile 2017, n. 5.

***************

Il sottoscritto,

premesso che:
- con la legge regionale 13 aprile 2017, n. 5, il Consiglio regionale ha disposto, all'articolo 9, comma 13, di stanziare 600.000 euro da destinare alla sperimentazione di un programma di mobilità familiare che preveda la possibilità di viaggiare gratuitamente sui mezzi di trasporto pubblico regionale e locale per i minori di anni 14, quando accompagnati da un familiare in possesso di un biglietto o abbonamento valido;
- lo stesso articolo della legge di stabilità 2017 riconosceva alle famiglie che avessero acquistato più abbonamenti mensili o annuali per i propri figli minorenni uno sconto del 20 per cento per l'acquisto del secondo abbonamento e la gratuità dal terzo abbonamento in poi;
- le modalità di attuazione del programma e gli eventuali ulteriori criteri di agevolazione dovevano essere definiti tramite una deliberazione della Giunta regionale su proposta dall'Assessore regionale dei trasporti;

considerato che:
- la Regione sta portando avanti numerosi e consistenti investimenti sulla mobilità sostenibile, al fine di rendere i paesi e le città dell'isola sempre più a misura d'uomo, attraverso l'uso di forme di trasporto alternative a basso impatto ambientale;
- in tale ottica si pone, ad esempio, il piano della mobilità elettrica che, con una dotazione di 15.000.000 di euro, prevede la realizzazione di una rete di infrastrutture di ricarica per veicoli elettrici nelle aree metropolitane dell'isola e nelle isole minori, in modo da facilitare l'utilizzo dei mezzi elettrici;
- recentemente la Regione ha completato lo studio preliminare sulla rete ciclabile della Sardegna, che prevede la realizzazione di oltre 2000 km di percorsi ciclabili, con una rete principale, costituita da tre dorsali, una centrale di 300 km, una costiera occidentale di 630 km e una costiera orientale di 580 km, nonché una rete secondaria di 1200 km per un investimento stimato di 225 milioni di euro;
- tra le azioni programmate dal Piano regionale di sviluppo per il supporto alle famiglie e alla genitorialità sono previsti anche interventi per l'adeguamento degli spazi e dei tempi di vita delle città alle esigenze delle famiglie, orientati alla costruzione di una società family friendly, favorendo l'uso dei trasporti pubblici e la mobilità sostenibile;

valutato che:
- abituare oggi i più giovani all'utilizzo dei mezzi pubblici costituisce uno straordinario, oltre che economico fattore educativo, di modo che, una volta adulti, gli stessi siano consapevoli e naturali utilizzatori di sistemi di trasporto più sicuri, economici ed ecologici rispetto alla macchina;
- a oggi, ormai giunti al mese di settembre, non risulta che sia stata programmata alcuna attività degli uffici per l'adozione della deliberazione di Giunta regionale relativa all'attuazione del piano sperimentale di mobilità familiare,

chiede di interrogare il Presidente della Regione e l'Assessore regionale dei trasporti al fine di conoscere:
1) quali azioni intendano intraprendere per rendere realmente operativo il piano della mobilità familiare, così come previsto dalla legge di stabilità 2017;
2) quando intendano approvare la deliberazione della Giunta regionale avente a oggetto l'attuazione del piano della mobilità familiare.

Cagliari, 28 agosto 2017