CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA

XVLegislatura

Interrogazione n. 1241/A

LAI, con richiesta di risposta scritta, sull'organizzazione del personale del Servizio antinsetti della provincia (affidato alla Proservice), in particolare nella sede del Sarrabus.

***************

Il sottoscritto,

premesso che:
- la Proservice Spa è una società partecipata che ha come oggetto sociale la produzione di servizi di interesse generale nell'ambito del livello di competenza pubblica;
- la Proservice ha diversi ambiti di intervento, tra i quali, di particolare importanza e diffusione, il Servizio antinsetti;
- tale servizio è stato storicamente impostato sulla base delle linee guida del modello (ex) CRAAI, fondato sulla lotta preventiva delle zanzare, sul monitoraggio continuo dei relativi focolai larvali e sul conseguente loro trattamento;

considerato che con la legge regionale n. 2 del 2016 (Riordino del sistema delle autonomie locali della Sardegna) sono state istituite:
- la città metropolitana di Cagliari, alla quale sono attribuite, oltre alle funzioni di competenza, anche le funzioni che per il proprio territorio erano di competenza della provincia;
- la circoscrizione territoriale della Provincia del Sud Sardegna, corrispondente a quella della Provincia di Cagliari, esclusi i comuni appartenenti alla città metropolitana di Cagliari;

preso atto che:
- la Proservice ha strutturato il Servizio antinsetti su base provinciale, con diversi presidi zonali dislocati nei territori;
- le attività svolte dal servizio antinsetti sono principalmente le seguenti:
- monitoraggio focolai larvali, da effettuare con cadenza quindicinale;
- trattamento insetti e parassiti nocivi per l'uomo e per le piante;
- trattamento palme; 
- attività derattizzazione;

riscontrato che tali attività, nel territorio del Sarrabus, hanno particolare importanza, considerata la notevole diffusione in questa area geografica di zone umide campestri, oltre alla presenza della foce di vari fiumi e ruscelli tra cui il Flumendosa, tutti elementi che alimentano la proliferazione di insetti nocivi e dannosi;

considerato che:
- nonostante le condizioni morfologiche e orografiche in questo settore richiedano l'impiego di importanti risorse professionali, la sede di Muravera ha subito una riorganizzazione degli assetti del personale che ne ha comportato il loro affidamento ad altri presidi zonali e ambiti territoriali;
- si è avuto, infatti, l'affidamento al personale delle squadre della sede di Muravera di mansioni da svolgere presso i comuni della città metropolitana e di altri presidi della Provincia del Sud Sardegna, dove sono già presenti, peraltro, altre squadre operative di disinfestatori;
- a tale trasferimento si è aggiunto il fatto che con un ordine di servizio la Proservice ha destinato la squadra di Muravera al servizio manutenzione strade, e solo in caso di urgenza al Servizio antinsetti ;
- tale scelta ha lasciato scoperto dalla fruizione del Servizio antinsetti l'area del Sarrabus (tutto il versante sud orientale della Sardegna, dal confine con l'Ogliastra fino a Villasimius), caratterizzata per il fatto di essere territorio vasto, alluvionale, paludoso e malarico;

preso atto che allo stato attuale la situazione che si registra nell'ambito del Sarrabus è la seguente: 
- assenza da più di due mesi di monitoraggio e trattamento dei focolai larvali, con grave aumento della presenza di diverse specie di zanzare, tra cui la zanzara anofele e la zanzara tigre; 
- trattamenti di altri parassiti nocivi per l'uomo effettuati con sensibile ritardo rispetto alla data delle richieste inoltrate dai comuni; 
- trattamenti sulle palme fermi da un anno; o notevole ritardo del monitoraggio dei cantieri di derattizzazione,

chiede di interrogare l'Assessore regionale della difesa dell'ambiente e l'Assessore regionale degli enti locali, finanze e urbanistica per sapere:
1) se siano a conoscenza della condizione in cui versa il Servizio antinsetti in capo alla Proservice, in particolare nel Sarrabus, afferente oggi alla Provincia del Sud Sardegna;
2) quali azioni intendano attivare per sopperire alla carenza di personale per lo svolgimento del servizio;
3) se intendano attivare un tavolo con la Proservice e la Provincia del Sud Sardegna per evitare che tale disservizio si protragga ulteriormente;
4) se non ritengano opportuno intraprendere azioni volte a ristabilire nella sede del Sarrabus il personale necessario per favorire la proficua gestione del servizio.

Cagliari, 19 settembre 2017