CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA

XVLegislatura

Interrogazione n. 1257/A

TUNIS - PITTALIS - CAPPELLACCI - CONTU - FASOLINO - PERU - TEDDE - TOCCO - ZEDDA Alessandra, con richiesta di risposta scritta, in merito alla sospensione delle due giornate di caccia alla lepre ed alla pernice.

***************

I sottoscritti,

premesso che:
- con il decreto dell'Assessore regionale della difesa dell'ambiente n. 25/15746 del 21 luglio 2017 è stato redatto il calendario venatorio regionale sardo, relativo alle annualità 2017-2018;
- lo stesso prevedeva, tra l'altro, due giornate di caccia alla lepre sarda (Lepus capensis mediterraneus) ed alla pernice (Alectoris barbara), nelle giornate del 24 settembre e 1° ottobre 2017;

rilevato che a seguito di un ricorso al TAR Sardegna, è stato emanato un provvedimento che sospende la caccia alle due specie in parola, rimettendo comunque la valutazione sul merito del ricorso all'udienza del 20 dicembre 2017;

considerato che:
- il provvedimento determina comunque, a prescindere dall'esito del ricorso nel merito, la perdita delle due giornate di caccia alla lepre ed alla pernice, inserite nel calendario venatorio;
- la caccia rappresenta non solo un'importante tradizione della nostra Regione, ma anche un comparto economico considerevole per l'economia della nostra Isola;

rilevato, altresì, che:
- l'accoglimento della richiesta di sospensiva, pare dovuta alla mancata attivazione di un censimento delle specie presenti, che permetta di valutare la reale consistenza delle due specie e quindi l'opportunità o meno di inserire la caccia alla lepre ed alla pernice nel calendario venatorio, approvato dall'Assessorato con il richiamato decreto dell'Assessorato regionale della difesa dell'ambiente;
- nessun dato certo effettivamente esiste, in relazione al possibile depauperamento della consistenza delle specie in parola, anche a seguito degli incendi e della perdurante siccità che affligge la nostra Isola;
- questo rappresenta un fatto gravissimo, in quanto denota un approssimazione nella gestione di un comparto importantissimo come la caccia e determina un danno economico gravissimo per tutti i cacciatori e per l'indotto che gravita intorno a questa attività,

chiedono di interrogare il Presidente della Regione e l'Assessore regionale della difesa dell'ambiente al fine di conoscere:
1) quali azioni si intendono intraprendere per evitare che in futuro possano determinarsi problematiche analoghe sia riguardo alle due specie in parola che per le altre specie inserite nel calendario venatorio;
2) quali azioni si intendano intraprendere per far sì che i cacciatori possano essere risarciti per i danni economici che la cancellazione delle due giornate di caccia alla lepre ed alla pernice hanno determinato.

Cagliari, 26 settembre 2017