CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA

XVLegislatura

Interrogazione n. 1263/A

MARRAS - PINNA Giuseppino, con richiesta di risposta scritta, sul rischio di insolvenza della compagnia assicurativa bulgara con fideiussioni inerenti beni demaniali, regionali e per tutti i casi in cui la Regione ha l'obbligo di richiesta delle clausole.

***************

I sottoscritti,

premesso che:
- la Regione, a tutela dei propri beni e/o concessioni regionali o demaniali, ha l'obbligo di richiedere idonea polizza assicurativa fideiussoria;
- tale imposizione, con il vincolo di un'obbligazione, ricade sia per le concessioni di beni demaniali marittimo o terrestre, sia per le autorizzazioni per l'esercizio di cave, miniere, discariche, bonifiche e e per tutte le altre autorizzazioni sul demanio;

tenuto conto che nei confronti di Insurance company Nadejda AD l'Autorità di vigilanza bulgara (FSC) ha prima deciso, il 13 luglio 2017, di prorogare fino al 31 agosto 2017 le misure di salvaguardia già adottate (vincolo sugli attivi patrimoniali, divieto di concludere nuovi contratti di assicurazione e nomina di un amministratore incaricato di verificare la esatta situazione finanziaria dell'impresa e assicurare che siano adottate le misure più appropriate a protezione degli assicurati e dei beneficiari italiani) e in seguito, in data 18 agosto 2017, ha revocato l'autorizzazione all'esercizio dell'attività assicurativa della stessa compagnia;

evidenziato che in Sardegna, esistono casi di polizze sottoscritte con la compagnia bulgara anche per garanzie relative a soggetti che operano in zone industriali sensibili e a rischio ambientale come il Sulcis, già sotto l'attenzione nazionale del Ministero in quanto facente parte del SIN Sulcis Iglesiente Guspinese, come già a conoscenza della Provincia del sud Sardegna;

appurato che è stato attuato un tempestivo e corretto intervento da parte della Direzione generale degli enti locali e finanze (in capo all'Assessorato regionale medesimo) Servizio del demanio e patrimonio che, in seguito ad un controllo serio e minuzioso, ha fatto emergere le irregolarità e le violazioni riguardanti la compagnia bulgara Insurance company Nadejda AD, dichiarando l'invalidità di polizze fideiussorie emesse dalla stessa compagnia e chiedendone la sostituzione con polizze valide di compagnie abilitate;

atteso che lo stato di difficoltà della Insurance company Nadejda AD mette comunque a rischio per la Regione la possibilità di richiesta di risarcimento per tutte le aziende, enti, società, ASL che potrebbero aver prestato assicurazioni fideiussorie con la compagnia in argomento,

chiedono di interrogare il Presidente della Regione, l'Assessore regionale degli enti locali, finanze e urbanistica, l'Assessore regionale dell'industria, l'Assessore regionale della difesa dell'ambiente e l'Assessore regionale dell'agricoltura e riforma agro-pastorale per sapere:
1) quali azioni di controllo si intendano mettere in campo per comprendere quali aziende, enti, società, ASL che operano nel territorio regionale abbiano stipulato polizza fideiussoria attraverso Insurance company Nadejda AD;
2) se non si ritenga opportuno estendere la verifica a tutte le aziende del sistema Regione e alle autonomie locali della Sardegna;
3) quali iniziative si intendano assumere, o siano state assunte, per ridurre il rischio di danni per la Regione con il disimpegno automatico della compagnia.

Cagliari, 3 ottobre 2017