CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA

XVLegislatura

Interrogazione n. 1273/A

LEDDA - SATTA, con richiesta di risposta scritta, sull'impossibilità delle aziende ovicaprine di ricevere i contributi come da legge regionale 14 settembre 2017, n. 20, a causa della loro irregolarità contributiva all'INPS.

***************

I sottoscritti,

premesso che:
- il mondo agro-pastorale ha subito ingenti danni a causa della persistente siccità che ha colpito tutta la Sardegna;
- il comparto ovicaprino è in forte crisi, sopratutto a causa del calo del prezzo del latte;

considerato che:
- il settore agro-pastorale è uno dei più importanti della nostra economia;
- sono ormai note le varie battaglie portate avanti con forza e determinazione dai vari operatori del settore;
- tante sono state le promesse da parte delle istituzioni per placare le accese proteste del mondo agro-pastorale con varie manifestazioni, con l'intento di sensibilizzare la classe politica;
- in data 11 ottobre 2017 è diventata operativa la legge regionale 14 settembre 2017, n. 20 - deliberazione della Giunta regionale n. 45 del 27 settembre 2017 - deliberazione della Giunta regionale n. 46/21 del 3 ottobre 2017;
- il 16 ottobre 2017 è iniziata la presentazione delle domande di richiesta contributo, ma per  le stesse domande tra i requisiti è prevista la regolarità contributiva ai fini INPS;

sottolineato che:
- la maggior parte dei richiedenti non ha potuto assolvere al pagamento dei contributi INPS per mancanza di risorse scegliendo quindi di dare la priorità al sostentamento degli animali;
- per quanto su esposto buona parte dei 45 milioni reperiti non potranno finire nelle aziende agricole ovicaprine, deludendo gli operatori del settore che con questa risorsa speravano in parte in una boccata d'ossigeno,

chiedono di interrogare il Presidente della Regione e l'Assessore regionale dell'agricoltura e riforma agro-pastorale per sapere se:
1) non ritengano di intervenire urgentemente affinché questa ennesima ingiustizia possa essere risparmiata al comparto agro-pastorale che si trova ormai allo stremo in termini di sopportazione delle diseconomie e disagi subiti;
2) intendano mostrare coerenza dal momento che, con deliberazione 45/12 del 27 settembre 2017, la stessa Giunta regionale ha richiesto al Ministero delle politiche agricole (MIPAAF) il riconoscimento del carattere di eccezionalità della prolungata siccità per il 2017 che ha interessato l'intera Sardegna, dimostrando in tal modo di essere solidali concretamente.

Cagliari, 17 ottobre 2017