CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA

XVLegislatura

Interrogazione n. 1294/A

TRUZZU, con richiesta di risposta scritta, sulla determinazione n. 4049 del 24 ottobre 2017, prot. n. 38126, del direttore del servizio formazione dell'Assessorato regionale del lavoro, formazione professionale, cooperazione e sicurezza sociale, avente a oggetto "Indizione di Procedura negoziata per l'affidamento di servizi complementari ex art. 57 comma 5, lett. a) D.LGS. 163/2006 - appalto del servizio di supporto operativo e segreteria tecnica per il personale del servizio formazione".

***************

Il sottoscritto,

premesso che:
- in data 21 luglio 2016, con determinazione n. 416 dell'Amministratore delegato, l'Insar Spa contrattualizzava, a seguito di procedura di valutazione comparativa pubblica per l'affidamento di n. 3 incarichi esterni, il dott. Giovanni Deiana per le attività di esperto in tecniche di redazione normativa e il dott. Pietro Antonio Varesi per le attività di esperto nel settore della formazione professionale sino al 31 gennaio 2017, e ognuno per un corrispettivo pari a euro 28.000;
- in data 14 novembre 2016, con determinazione n. 617 dell'amministratore delegato l'Insar Spa contrattualizzava, a seguito di procedura di valutazione comparativa pubblica per l'affidamento di n. 1 incarico esterno, il prof. Giustino di Cecco per le attività di esperto della legislazione del settore della cooperazione, sino al 31 maggio 2017, per un corrispettivo pari a euro 28.000;

considerato che tali determinazioni rientravano in un più ampio programma, presumibilmente concordato con l'Assessorato regionale del lavoro, formazione professionale, cooperazione e sicurezza sociale, che ha come obiettivo la revisione della normativa in tema di formazione professionale e di cooperazione sociale;

valutato che, a oggi 2 novembre 2017, presso il Servizio Assemblea del Consiglio regionale non risulta depositata da parte della Giunta regionale alcuna proposta di revisione della normativa in tema di formazione e di cooperazione;

appurato che:
- con determinazione n. 4049 del 24 ottobre 2017, prot. n. 38126, avente a oggetto "Indizione di Procedura negoziata per l'affidamento di servizi complementari ex art. 57 comma 5, lett. a) D.LGS. 163/2006 - appalto del servizio di supporto operativo e segreteria tecnica per il personale del servizio formazione", il direttore del servizio formazione dell'Assessorato regionale del lavoro, formazione professionale, cooperazione e sicurezza sociale ha affidato alla ditta aggiudicataria dell'appalto del servizio di supporto operativo e segreteria tecnica per il personale del Servizio formazione una serie di servizi complementari per un importo pari a euro 497.997;
- all'articolo 2 della lettera di invito sono specificate le caratteristiche dei servizi complementari richiesti e al punto 1 figura in particolare la stesura del disegno di legge sulla formazione professionale;

considerato che:
- da tali determinazioni dell'amministratore delegato dell'Insar Spa emerge che la Regione ha già speso 84.000 euro per la stesura di una proposta di legge ancora sconosciuta;
- l'Ufficio di gabinetto dell'Assessorato regionale del lavoro, formazione professionale, cooperazione e sicurezza sociale può contare su un capo di gabinetto, un segretario particolare, un consulente e due professionisti con incarico di studio e ricerca, già retribuiti dalla Regione e che potrebbero fattivamente contribuire alla stesura della nuova legge sulla formazione e cooperazione sociale, senza ulteriori costi per l'Amministrazione,

chiede di interrogare il Presidente della Regione e l'Assessore regionale del lavoro, formazione professionale, cooperazione e sicurezza sociale per sapere:
1) se siano a conoscenza dei fatti/atti menzionati;
2) se non ritengano, nelle more di un approfondimento dei termini della presente interrogazione, sospendere l'appalto del servizio in parola;
3) se la legge di riordino del sistema di formazione professionale regionale che avrebbero dovuto predisporre i tre esperti/consulenti incaricati dall'INSAR é stata predisposta e se questa è stata discussa in sede di Giunta regionale;
4) se ritengano trasparente, opportuno ed etico conferire un nuovo incarico retribuito per la stesura della nuova legge sulla formazione professionale e cooperazione sociale.

Cagliari, 2 novembre 2017