CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA

XVLegislatura

Interrogazione n. 1323/A

TRUZZU, con richiesta di risposta scritta, su eventuali controlli effettuati dai servizi di Igiene pubblica dell'ATS sulla qualità dei panini tipici della cucina turca, meglio noti come "Kebab", venduti presso le attività commerciali della Sardegna.

***************

Il sottoscritto,

premesso che:
- in data 20 novembre 2017 è andato in onda sulle reti Mediaset nel corso della nota trasmissione "Striscia la Notizia" un importante servizio sulle caratteristiche dei panini da asporto tipici della cucina turca noti come "Kebab"; 
- il servizio, realizzato nella città di Milano, prevedeva l'acquisto di un panino presso diversi rivenditori di "Kebab", il suo inserimento in una busta sterile conservata in un refrigeratore portatile e la sua successiva consegna al laboratorio dell'Istituto zooprofilattico sperimentale del Piemonte;

considerato che:
- le analisi hanno dimostrato per tutti i panini uno scarso livello igienico, con la presenza di batteri di origine fecale in alcuni casi addirittura superiori 1.000 volte ai valori guida approvati dal Ministero della salute;
- in alcuni dei panini è stata riscontrata la presenza del batterio "Listeria monocytogenes", capace di causare tanto semplici gastroenteriti, quanto meningiti nei bambini e negli anziani o interruzioni di gravidanza per le donne in dolce attesa;

appurato che:
- anche in Sardegna negli ultimi anni si è particolarmente diffusa la presenza di attività che svolgono prevalentemente la somministrazione di "Kebab";
- il servizio andato in onda nell'orario di punta in una delle principali reti televisivi nazionali ha destato particolare preoccupazione anche tra i cittadini isolani,

chiede di interrogare l'Assessore regionale dell'igiene e sanità e dell'assistenza sociale per sapere: 
1) se la Regione, attraverso i rispettivi servizi di igiene dell'ATS, abbia posto in essere un programma per verificare la qualità dei prodotti confezionati e somministrati nelle rivendite di "Kebab";
2) quali siano stati i risultati di un'eventuale attività di controllo di tali rivendite;
3) nel caso in cui nulla sia stato fatto se e quando intenda promuovere un'azione di controllo di tali attività anche a garanzia della salute dei cittadini sardi.

Cagliari, 28 novembre 2017