CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA

XVLegislatura

Interrogazione n. 1331/A

COCCO Daniele Secondo, con richiesta di risposta scritta, sull'esclusione del Comune di Anela dai contributi per la manutenzione e la valorizzazione del patrimonio boschivo.

***************

Il sottoscritto,

premesso che:
- con deliberazione n. 31/18 del 27 giugno 2017 la Giunta regionale ha approvato il Programma di ripartizione di euro 4.806.000 in favore dei comuni per l'aumento, la manutenzione e la valorizzazione del patrimonio boschivo che hanno subito una rilevante diminuzione degli occupati nel settore della forestazione;
- in data 29 giugno 2017 l'Assessorato regionale della difesa dell'ambiente ha pubblicato l'avviso per la presentazione delle domande di contributo da parte dei comuni, per l'aumento, la manutenzione e la valorizzazione del patrimonio boschivo;
- nei termini previsti da tale avviso il Comune di Anela ha presentato alla Direzione generale dell'Assessorato regionale della difesa dell'ambiente la documentazione richiesta con la certificazione dell'estensione delle aree del territorio comunale concesse all'Agenzia Forestas;
- con determinazione n. 16373/492 del 28 luglio 2017 il Direttore del Servizio programmazione bilancio e controllo ha approvato l'elenco dei beneficiari dei contributi (allegato 1) per interventi di aumento manutenzione e valorizzazione del patrimonio boschivo, in cui il Comune di Anela risulta inserito al 56° posto con un contributo pari a euro 50.356;
- con successiva determinazione n. 21818/670 del 18 ottobre 2017 il Direttore del Servizio programmazione bilancio e controllo ha approvato nuovi elenchi di comuni beneficiari (allegato 1) e di esclusi (allegato 2) ai contributi per interventi di aumento, manutenzione e valorizzazione del patrimonio boschivo, in cui il Comune di Anela risulta escluso per mancanza dei requisiti di ammissibilità (diminuzione di occupati inferiore a tre unità);

considerato che:
- l'allegato A "criteri per l'assegnazione dei contributi relativi al patrimonio boschivo" della deliberazione n. 31/18 del 27 giugno 2017 dispone l'assegnazione del contributo a favore dei comuni che hanno subito una diminuzione degli occupati nel settore della forestazione in misura non inferiore a 3 unità con riferimento agli ultimi 10 anni, tenendo conto dell'estensione delle aree, dello stato di avanzamento dei lavori e della rendicontazione delle spese sostenute relativamente ai contributi già concessi;
- i dati relativi alla diminuzione del numero di occupati nel settore della forestazione, con riferimento agli ultimi 10 anni, sono forniti e certificati dall'Agenzia Forestas;
- dall'istruttoria del Servizio programmazione bilancio e controllo della Direzione generale della difesa dell'ambiente, il Comune di Anela risulta beneficiario del contributo con una diminuzione degli occupati nel settore della forestazione negli ultimi 10 anni (1° gennaio 2007-31 dicembre 2016) pari a tre unità lavorative come comunicato dall'Agenzia Forestas;
- dal riesame dell'istruttoria del Servizio programmazione bilancio e controllo della Direzione generale della difesa dell'ambiente, il Comune di Anela risulta escluso a seguito di nuove differenti comunicazioni da parte dell'Agenzia Forestas, in merito alla diminuzione degli occupati nel settore della forestazione negli ultimi 10 anni, in cui risulta la diminuzione di una sola unità lavorativa residente nel comune di Anela e di due unità lavorative residenti in altri comuni;

tenuto conto che:
- l'allegato "A" della deliberazione n. 31/18 del 27 giugno 2017 "criteri per l'assegnazione dei contributi relativi al patrimonio boschivo" fa riferimento alla diminuzione degli occupati nel settore della forestazione del territorio comunale senza entrare nel merito del comune di residenza dei lavoratori impiegati;
- il Comune di Anela oltre ad aver impiegato unità lavorative residenti nel proprio territorio, ha offerto un impiego anche ai disoccupati di altri comuni del Goceano in cui i cantieri verdi comunali non sono stati attivati;
- con nota n. 9847 del 29 novembre 2017 l'Agenzia Forestas comunica al Comune di Anela l'organico degli operai forestali cessati nel decennio 2007/2016 nell'UGB di Anela, in cui risulta la cessazione di 7 unità lavorative (2 lavoratori assunti e cessati ad Anela e 5 lavoratori assunti in altri comuni ma poi trasferiti e cessati ad Anela);

evidenziata:
- la notevole crisi occupazionale ed economica in cui versa il territorio del Goceano;
- l'importanza che i cantieri verdi rivestono non solo in termini occupazionali e di ammortizzatori sociali, ma anche in termini di ricaduta economica sui territori e di salvaguardia dell'ambiente;

vista:
- la deliberazione n. 31/18 del 27 giugno 2017 "Programma di ripartizione di euro 4.806.000 in favore dei comuni per l'aumento, la manutenzione e la valorizzazione del patrimonio boschivo che hanno subito una rilevante diminuzione degli occupati nel settore della forestazione, capitolo SC02.0890 - CDR 00.05.01.01";
- l'allegato A della deliberazione n. 31/18 del 27 giugno 2017 definisce i "criteri per l'assegnazione dei contributi relativi al patrimonio boschivo (LR 13 aprile 2017, n. 5 - Legge di stabilità 2017 - art. 3 comma 1, lett. b") prevedendo la presentazione da parte dei comuni interessati di apposite richieste di contributo;
- le comunicazioni dell'Agenzia Forestas al Servizio programmazione bilancio e controllo della Direzione generale della difesa dell'ambiente inerenti la conferma o rettifica dei dati trasmessi in merito alla diminuzione degli occupati nel settore della forestazione negli ultimi 10 anni;

valutata la necessità di dover attivare, nel più breve tempo possibile, cantieri verdi capaci di dare una possibilità di lavoro a decine di disoccupati del territorio del Goceano,

chiede di interrogare il Presidente della Regione e l'Assessore regionale della difesa dell'ambiente per sapere:
1) quali siano le motivazioni che hanno comportato l'esclusione del Comune di Anela dai contributi in favore dei comuni per l'aumento, la manutenzione e la valorizzazione del patrimonio boschivo;
2) se sia corretto e opportuno penalizzare il Comune di Anela per aver dato la possibilità anche ai disoccupati residenti in altri comuni del Goceano di lavorare nei cantieri verdi del proprio territorio.

Cagliari, 30 novembre 2017