CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA

XVLegislatura

Interrogazione n. 1379/A

PITTALIS - TOCCO CAPPELLACCI - CONTU - FASOLINO - PERU - TEDDE - TUNIS - ZEDDA Alessandra, con richiesta di risposta scritta, sulla mancata corresponsione delle retribuzioni ai dipendenti ARAS e sulla vertenza stabilizzazioni.

***************

I sottoscritti,

premesso che:
- i dipendenti dell'Associazione regionale allevatori della Sardegna hanno denunciato, nel silenzio assordante delle istituzioni pubbliche interessate, l'ennesimo ritardo nella erogazione degli stipendi, con conseguente rischio per la stabilità economica delle loro famiglie, sulle quali continua a pesare una non più sostenibile incertezza riguardo alla regolarità delle future retribuzioni, in spregio degli impegni più volte assunti dai vari soggetti incaricati alla regolarizzazione dei flussi economici tra Assessorato, Laore ed Aras;
- nonostante i gravi ritardi accumulati nei pagamenti delle retribuzioni, i lavoratori Aras, ed in particolare i tecnici che operano in campagna, continuano ad espletare i loro compiti anticipando le spese necessarie allo svolgimento di tutte le attività richieste;
- tale situazione rischia di ripercuotersi negativamente sui servizi erogati dall'Associazione alle aziende agricole, già in forte difficoltà economica, ed è tale da pregiudicare il regolare svolgimento della Misura 14;
- è paradossale e non giustificabile la condizione di precarietà del personale ARAS che ha conseguito il diritto alla stabilizzazione ai sensi della legge regionale n. 3 del 2009, ad oggi inapplicata;

chiedono di interrogare il Presidente della Regione e l'Assessore regionale dell'agricoltura e riforma agro-pastorale, per conoscere:
1) se intendano affrontare, per una risoluzione definitiva, il problema della stabilizzazione dei dipendenti ARAS;
2) se intendano verificare le cause dei notevoli ritardi nel pagamento delle spettanze dovute al personale e quali azioni porre in essere per eliminare siffatta situazione di vero e colpevole inadempimento;
3) se, infine, intendano favorire la istituzione di un tavolo permanente tra Regione, Associazione regionale allevatori e OO.SS. per trattare le problematiche connesse al settore e individuare le soluzioni adeguate alla vertenza in argomento.

Cagliari, 6 febbraio 2018