CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA

XVLegislatura

Interrogazione n. 1390/A

TENDAS, con richiesta di risposta scritta, sul commissariamento della Sezione AISM di Oristano da parte dei vertici nazionali.

***************

Il sottoscritto,

premesso che nel Comune di Oristano, in Via Parpaglia 42, opera da tanto tempo una sezione a valenza provinciale dell'Associazione italiana sclerosi multipla;

tenuto conto che essa segue attivamente ben 730 persone affette da questa patologia con l'erogazione di numerosi servizi sociali rivolti sia alle persone affette dalla malattia che ai loro familiari, finalizzati al miglioramento della qualità di vita;

constatato, nello specifico, che la sezione provinciale, grazie anche all'ausilio dei propri volontari offre numerosi servizi fra i quali:
- servizio di trasporto con mezzi di proprietà o a disposizione dell'AISM specificatamente utilizzati per il trasporto di persone con sclerosi multipla, in carrozzina e non);
- attività individuale o di gruppo all'interno di una propria palestra attrezzata;
- terapia occupazionale e centro consulenza ausili, ambulatori per le varie attività sanitarie e locali di supporto;
- consulenza sociale fondamentale per affrontare esigenze pratiche burocratiche personali e familiari;
- organizzazione di momenti di incontro/confronto, conferenze, seminari su tematiche relative alla sclerosi multipla;
- attività ricreative quali uscite con accompagnamento, gite, momenti di incontro e confronto;
- ritiro farmaci: l'attività consiste nel ritirare presso le strutture del Servizio sanitario nazionale a ciò preposte i farmaci per la cura ed il trattamento della sclerosi multipla, dispensati dietro idonea prescrizione medica, e la consegna alle persone con sclerosi multipla del territorio il farmaco loro destinato;
- patronato e disbrigo pratiche attraverso il supporto alla persona disabile e ai suoi familiari nella gestione dell'iter burocratico necessario per accedere alle risorse e servizi del territorio;

tenuto conto che la sezione, nei giorni scorsi, è stata commissariata dai vertici nazionali dell'AISM;

constatato che, senza un preventivo accordo,si è provveduto al cambio della serratura del portone di ingresso precludendo, di fatto, la possibilità di accesso ai coordinatori locali;

tenuto conto che il commissariamento sta determinando gravi conseguenze fra le persone più deboli, ovvero le persone affette da sclerosi multipla, peraltro con limitazioni e gravi pregiudizi per i servizi che venivano erogati,

chiede di interrogare il Presidente della Regione e l'Assessore regionale dell'igiene e sanità e dell'assistenza sociale per sapere se:
1) siano a conoscenza dei fatti descritti e della situazione venutasi a creare presso la sezione provinciale dell'AISM;
2) quali azioni intendano intraprendere per riattivare in maniera funzionale la locale sezione provinciale dell'AISM al fine di venire incontro alle esigenze da parte delle 730 persone affette da sclerosi multipla.

Cagliari, 8 febbraio 2018