CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA

XVLegislatura

Interrogazione n. 1391/A

SATTA, con richiesta di risposta scritta, sulla mancata previsione e istituzione, nell'area omogenea nord est e nella rete neonatologica, del punto nascita di Olbia-Tempio-La Maddalena.

***************

Il sottoscritto,

premesso che, con legge regionale 27 luglio 2016, n. 17, è stata istituita l'Azienda per la tutela della salute (ATS), che ha profondamente ridefinito l'assetto istituzionale del Servizio sanitario regionale;

dato atto che con la deliberazione n. 51/2 del 23 settembre 2016, la Giunta regionale, ha nominato il dott. Fulvio Moirano, direttore generale dell'Azienda sanitaria locale n. 1 di Sassari, che dal 1° gennaio 2017 ha assorbito le restanti ex aziende sanitarie;

considerato che l'ATS ha accentrato le funzioni di tutte le aziende sanitarie della Sardegna, unificando processi e procedure della domanda di beni e servizi e di acquisizione e provvista degli stessi;

evidenziato che il Consiglio regionale, nella seduta del 25 ottobre 2017, ha approvato la Ridefinizione della rete ospedaliera della Regione autonoma della Sardegna, pubblicata nel BURAS n. 58 - Parte I e II dell'11 dicembre 2017;

avuta notizia che il Direttore generale ha approvato, in riferimento all'atto aziendale dell'Azienda per la tutela della salute, un documento denominato "Funzionigramma";

appreso che:
- il suddetto documento, al punto 7, definisce e determina i presidi ospedalieri unici di area omogenea e i dipartimenti strutturali ospedalieri, dalla pagina 57 alla 64;
- tra questi dipartimenti, il Reparto di neonatologia - punto nascita, oltre alle sedi già esistenti (uno presso la struttura AOU di Sassari, uno presso l'AOB Brotzu di Cagliari, e uno nell'AOU di Cagliari), viene previsto uno ulteriore nella Struttura complessa dell'area omogenea di Cagliari (SC), e di Nuoro (SSD) struttura semplice, sede nella quale viene anche prevista una direzione, mentre è del tutto assente nel territorio di Olbia-Tempio-La Maddalena;

evidenziata l'incongruenza di tale ingiusta previsione, alla luce dei punti e delle previsioni stabilite nelle tabelle allegate al Piano di ridefinizione della rete ospedaliera (si veda il punto 12.4- pagine da 64 a 66 del documento), anche con particolare riferimento alle assicurazioni date ed agli impegni assunti in fase di discussione in Aula, da parte del competente Assessore regionale dell'igiene e sanità e dell'assistenza sociale, in ordine all'esigenza di non far mancare tale importante struttura di neonatologia - punto nascita nel territorio Olbia-Tempio-La Maddalena;

ricordato che nella struttura ospedaliera del territorio di Olbia nascono circa 1.200 bambini all'anno, mentre in quella di Nuoro le nascite si fermano a circa 950 per anno;

ravvisata l'esigenza e l'urgenza di evitare un'ulteriore ingiusta disparità di trattamento a svantaggio del territorio di Olbia, già penalizzato da opinabili scelte di politica sanitaria,

chiede di interrogare il Presidente della Regione e l'Assessore regionale dell'igiene e sanità e dell'assistenza sociale per conoscere:
1) se siano a conoscenza di quanto esposto;
2) se non ritengano di dover, con ogni consentita urgenza, intervenire presso la direzione generale dell'Azienda per la tutela della salute per conoscere i motivi che hanno portato alla mancata previsione nell'Atto aziendale - Funzionigramma, dell'istituzione nell'area omogenea nord est ed in particolare nella rete neonatologia, del punto nascita di Olbia-Tempio-La Maddalena, come invece previsto nella Ridefinizione della rete ospedaliera della Regione autonoma della Sardegna;
3) quali azioni e provvedimenti urgenti e concreti verranno attuati nei confronti del direttore generale dell' ATS, finalizzati all'immediato ripristino delle previsioni stabilite dal Consiglio regionale della Sardegna, dalle quali l'atto in oggetto si discosta diametralmente, in difformità dagli atti programmatori del Consiglio regionale.

Cagliari, 8 febbraio 2018