CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA

XVLegislatura

Interrogazione n. 1414/A

RUBIU, con richiesta di risposta scritta, in merito al blocco del laboratorio analisi dell'ASSL 7 Carbonia a causa dell'esaurimento delle scorte dei reagenti necessari al controllo dei pazienti diabetici.

***************

Il sottoscritto,

premesso che:
- il laboratorio di analisi dell'Azienda socio sanitaria locale di Carbonia, dislocato al Sirai di Carbonia, da diversi giorni risulta aver sospeso i servizi perché sono finite le scorte di reagenti; un incubo che sta mandando in tilt il sistema predisposto all'esame dell'emoglobina; gli utenti ai quali non sono garantite le analisi dei campioni sono i pazienti diabetici;
- il motivo è sempre e soltanto uno: i contratti per la fornitura di reagenti, ma anche per l'approvvigionamento di altri presidi, tra dicembre e gennaio sono in scadenza; questo significa che i fornitori possono continuare a spedire la merce solo se ricevono una sorta di proroga da parte della dirigenza aziendale;
- il mancato rinnovo dell'appalto sta determinando disservizi notevoli sul territorio;
- appare inverosimile il fatto che l'ordine trimestrale dei composti, utili per l'esame dell'emoglobina, non sia partito nei tempi giusti, con i sofferenti di diabete che non possono aver assicurato il controllo periodico della glicemia;

evidenziato che:
- la paralisi nel laboratorio analisi dell'Azienda socio sanitaria del Sulcis Iglesiente è racchiusa nei numeri: 400 glicate in attesa di esame, con lo stop al controllo dell'emoglobina glicolisata per tenere sotto osservazione l'andamento e monitoraggio della glicemia per i diabetici; un esame fondamentale per chi ha il diabete, visto che indica la quantità di glucosio nel sangue, con valori che devono essere continuamente accertati;
- pazienti pediatrici e adulti che soffrono della suddetta patologia, con la necessità di continui controlli, sono quindi in attesa degli esami per il monitoraggio della glicemia;

appurato che:
- ancora non risulta essere stato esteso l'appalto relativo ai reagenti per i laboratori di analisi;
- dunque, in attesa del bando del nuovo appalto, si registra l'immobilismo totale, con i pazienti in attesa dei risultati del laboratorio; un disservizio inconcepibile, considerata l'importanza e l'emergenza continua dei malati diabetici;
- probabile che si debba pazientare per diverse settimane, in attesa che si dia seguito al bando e la farmacia riesca a riempire nuovamente gli scaffali, coprendo così le esigenze dei laboratori;
- non si è arrivati a questa situazione di punto in bianco; infatti sembra che i vertici dell'ASSL avevano messo in guardia dal rischio di esaurimento delle scorte, senza che i responsabili dell'ATS abbiano preso in considerazione il grido d'allarme; i reagenti languivano e si rischiava di rimanere scoperti; non si tratta certo di una novità, visto che questo tipo di carenze e disagi si ripresentano con una puntualità disarmante ogni inizio anno;
- quindi sono bloccati tutti gli esami necessari a tenere sotto controllo i valori dei pazienti diabetici, con un monitoraggio continuo dell'emoglobina glicata; una sorta di sistema di accoglienza per i sofferenti di diabete del territorio, che da giorni risulta ingolfata per la totale mancanza degli strumenti necessari ai test clinici;
- a causa del deperimento delle scorte di reagenti rischiano di saltare tutti i protocolli di sicurezza sanitaria per l'universo di tali pazienti,

chiede di interrogare il Presidente della Regione e l'Assessore regionale dell'igiene e sanità e dell'assistenza sociale:
1) per sapere se è a conoscenza dei disservizi nel laboratorio analisi dell'ASSL 7 di Carbonia, determinati dalla mancanza dei reagenti per il controllo dell'emoglobina glicata, con i test per il monitoraggio dei pazienti diabetici da tempo bloccati;
2) per conoscere i motivi per cui non si è provveduto, nonostante i ripetuti solleciti, ad attivare l'iter per l'appalto della fornitura dei reagenti necessari alle analisi, con il mancato bando che ha prodotto l'esaurimento delle scorte;
3) per verificare la possibilità di scongiurare ulteriori disservizi, con rischi per la salute, che mettano a repentaglio i controlli continui cui devono essere sottoposti i pazienti diabetici.

Cagliari, 7 marzo 2018