CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA

XVLegislatura

Interrogazione n. 1416/A

TUNIS - PITTALIS - CAPPELLACCI - CONTU - FASOLINO - TEDDE - TOCCO - ZEDDA Alessandra, con richiesta di risposta scritta, sulla gravissima situazione che si è generata a seguito della Sentenza emessa dall'adunanza plenaria del Consiglio di Stato del 20 dicembre e sulle relative conseguenze sul funzionamento della scuola primaria e secondaria della Regione.

***************

I sottoscritti,

premesso che:
- a seguito della Sentenza emessa dal Consiglio di Stato del 20 dicembre 2017, si è stabilito che i diplomati della scuola magistrale ante 2001/2002, non possono entrare nelle graduatorie ad esaurimento (GAE), cioè negli elenchi dai quali il Ministero attinge per l'assunzione in ruolo dei docenti abilitati all'insegnamento nella scuola statale dell'infanzia e primaria;
- questa sentenza determina sostanzialmente la perdita del posto di lavoro per centinaia di docenti sardi che hanno lavorato proficuamente e che, con passione e devozione, per decenni hanno sorretto la scuola pubblica italiana;

rilevato che il Ministero della pubblica istruzione, in attesa del parere dell'Avvocatura sull'adempimento della sentenza, si è comunque impegnato a lasciare questi docenti al loro posto, in quanto senza di loro il sistema scolastico di infanzia e primaria rischierebbe certamente il collasso per mancanza di insegnanti;

considerato che:
- la sentenza del Consiglio di Stato determinerà comunque il serio rischio della perdita del posto di lavoro per i docenti in parola;
- anche nella nostra Regione espellere dalla scuola dell'infanzia e primaria professionalità che hanno lavorato proficuamente in questo importantissimo ambito risulta estremamente dannoso in quanto il sistema scolastico ne risentirebbe pesantemente sia da un punto di vista socio-economico che da un punto di vista pedagogico ed educativo,

chiedono di interrogare il Presidente della Regione e l'Assessore regionale della pubblica istruzione, beni culturali, informazione, spettacolo e sport al fine di conoscere:
1) se siano a conoscenza della problematica in parola;
2) quali azioni intendano intraprendere, nei confronti del Governo, al fine di evitare il disperdersi delle professionalità acquisite e la paralisi del comparto dell'istruzione anche nella nostra Regione.

Cagliari, 8 marzo 2018