CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA

XVLegislatura

Interrogazione n. 1429/A

MORICONI, con richiesta di risposta scritta, sui ripetuti furti di materiale e attrezzature presso l'Istituto agrario "Duca degli Abruzzi" di Elmas.

***************

Il sottoscritto,

premesso che:
- l'Istituto agrario "Duca degli Abruzzi" di Elmas è da tempo sotto la mira di una serie di furti di formaggio, per diversi quintali, e attrezzature; basti considerare che solo nel breve periodo che va dal mese di dicembre 2017 ad oggi si sono verificati ben sei episodi;
- nell'ultimo episodio denunciato, nonostante un sofisticato sistema di videosorveglianza, i ladri hanno sottratto due quintali di formaggio ed una bilancia per un danno complessivo di 5 mila euro;

considerato che la reiterazione dei furti, così copiosa nell'ambito di un ristretto arco temporale, oltre a causare un ingente danno finanziario (la scuola deve ancora pagare il latte conferito dai fornitori) rischia di pregiudicare la programmazione didattica impedendo il raggiungimento degli obiettivi di insegnamento fissati per l'anno in corso;

atteso che l'istituto, attualmente, a causa dei furti subiti, non potendo contare sul ricavo della vendita del formaggio, si trova esposto finanziariamente per la copertura delle spese del latte acquistato e di una cella per la maturazione del formaggio che pur non essendo ancora nella disponibilità, rientra fra le spese già preventivate di cui si è già ordinato l'acquisto,

chiede di interrogare l'Assessore regionale della pubblica istruzione, beni culturali, informazione, spettacolo e sport e l'Assessore regionale dell'agricoltura e riforma agro-pastorale al fine di sapere se:
1) siano a conoscenza della precaria situazione finanziaria in cui versa l'Istituto agrario "Duca degli Abruzzi" a causa dei ripetuti furti subiti e quali iniziative intendano assumere nel merito;
2) fra le iniziative da intraprendere, non ritengano opportuno adottare un provvedimento urgente volto a conferire un finanziamento straordinario all'Istituto, al fine di ripianare i debiti che a causa dei furti subiti sono maturati verso i fornitori, in modo da consentire il corretto svolgimento dell'attività didattica e assicurarne la continuità.

Cagliari, 16 marzo 2018