CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA

XVLegislatura

Interrogazione n. 1430/A

COCCO Daniele Secondo, con richiesta di risposta scritta, sulla necessità di dotare l'Ospedale San Francesco di Nuoro di un reparto di reumatologia specializzato nella diagnosi e nel trattamento della sclerosi sistemica progressiva.

***************

Il sottoscritto,

premesso che:
- la sclerosi sistemica progressiva, più comunemente conosciuta come sclerodermia, è oggi una delle malattie più insidiose del panorama medico e se non adeguatamente controllata, riserva conseguenze gravemente invalidanti e spesso anche mortali;
- la sclerodermia rientra nelle forme gravi delle malattie reumatiche, fa parte di sindromi classificate come connettive, per la quale non esiste una cura definitiva, ma solo diversi trattamenti per i suoi specifici sintomi che possono rallentarne il decorso;
- fondamentale nel trattamento di tali malattie è la diagnosi precoce, possibilmente effettuata da specialisti reumatologi che, partendo da semplici esami, possono impostare una terapia adeguata;
- la Regione è storicamente carente nelle rete reumatologica ospedaliera, infatti gli unici centri di riferimento regionale sono quelli di Cagliari e Sassari che, evidentemente, non possono rispondere con una tempistica accettabile ad una domanda sempre più crescente sia di diagnosi che di terapia;

considerato che:
- i pazienti dei territori del centro Sardegna lamentano lunghi tempi di attesa anche per effettuare un semplice, ma importantissimo, screening di tale malattia;
- l'Ospedale San Francesco di Nuoro potrebbe offrire un servizio essenziale per la salute dei cittadini dei territori del centro Sardegna con l'effettuazione di importanti diagnosi e trattamento per la cura delle malattie rare;
- la Lega italiana sclerosi sistemica e l'Associazione Acaa per le malattie rare di Nuoro hanno ripetutamente richiesto, nel corso degli anni, il potenziamento della rete reumatologica ospedaliera della regione;

ritenuto che:
- sia fondamentale che la Regione valuti in maniera più precisa e aderente alle specificità dei territori la distribuzione dei centri per lo screening e il trattamento delle malattie rare in tutto il territorio regionale;
- sia necessario dotare anche l'ospedale di Nuoro di un reparto di reumatologia per la diagnosi e la presa in carico delle persone affette da sclerosi sistemica progressiva, malattia rara al codice RM0120, che riesca a soddisfare le richieste delle centinaia di pazienti attualmente costrette a ripiegare su Sassari o Cagliari;
 
evidenziato che:
- grazie al lavoro svolto dalle associazioni regionali per le malattie rare e dalla Lega italiana sclerosi sistemica, con efficaci campagne di prevenzione su tutto il territorio nazionale, la Sardegna conta una percentuale di incidenza molto alta di trattamenti;
- sia necessario garantire efficaci controlli preventivi in maniera omogenea e capillare in tutta la regione, anche per i cittadini dei piccoli comuni e dei territori dell'interno;
- il mantenimento di importanti servizi essenziali per il cittadino, quali quelli sanitari e della prevenzione, consente di limitare lo spopolamento, specialmente delle aree interne della Sardegna, contribuendo allo sviluppo economico e sociale dei piccoli centri,

chiede di interrogare il Presidente della Regione e l'Assessore regionale dell'igiene e sanità e dell'assistenza sociale per sapere:
1) se non ritenga opportuno dotare l'Ospedale San Francesco di Nuoro di un reparto di reumatologia specializzato nella diagnosi e nel trattamento delle malattie rare ed in particolare per la sclerosi sistemica progressiva;
2) quali iniziative intenda assumere la Regione al fine di limitare il disagio sociale ed economico dei pazienti, in particolare quelli delle aree interne dell'isola, causato dalle lunghe attese e dal doversi spostare nei centri di Cagliari e Sassari anche per effettuare un semplice esame preventivo.

Cagliari, 19 marzo 2018