CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA

XVLegislatura

Interrogazione n. 1441/A

TUNIS - PITTALIS - CAPPELLACCI - CONTU - FASOLINO - PERU - TEDDE - TOCCO - ZEDDA Alessandra, con richiesta di risposta scritta, sul mancato indennizzo delle imbarcazioni della Cooperativa pescatori Sant'Andrea.

***************

I sottoscritti,

premesso che:
- l'attività della pesca in Sardegna occupa migliaia di operatori e rappresenta un comparto economico importante della nostra Regione;
- diversi ambiti territoriali sono interdetti all'attività di pesca a causa delle esercitazioni e servitù militari;
- sono stati sottoscritti diversi protocolli di intesa tra Regione e Ministero della difesa per regolamentare, gestire e soprattutto indennizzare il mancato guadagno dei pescatori che operano all'interno delle aree marine interdette;

rilevato che il protocollo di intesa, sottoscritto tra la Regione ed il Ministero della difesa firmato il 26 ottobre 2016, impegna il Governo, tra l'altro "a valutare, di concerto con la Regione autonoma della Sardegna, l'opportunità di procedere alla revisione del Protocollo d'intesa del 9 agosto 1999 tra Regione e Ministero della difesa, con riferimento alle marinerie adiacenti il poligono di Capo Frasca, iscritte all'Ufficio circondariale marittimo di Oristano ed eventualmente penalizzate dall'interdizione di tratti a mare dovute alle esercitazioni militari" e inoltre "ad attivare infine un tavolo di concertazione Stato, Regione, Enti Locali, associazioni di rappresentanza dei lavoratori della pesca, al fine di definire condizioni e criteri di accesso al beneficio dell'indennizzo, e di prevenire possibili abusi";

considerato che:
- nell'area interdetta alla pesca, prospiciente il territorio di Capo Frasca, opera la Soc. Coop. Pescatori Sant'Andrea ARL, avente sede legale a Marrubiu e operativa ad Arborea;
- il protocollo integrativo d'intesa, stipulato tra Regione e Ministero della difesa il 26 ottobre 2016, statuisce all'articolo 4 che "il criterio di individuazione dei beneficiari è definito con riferimento al luogo di ormeggio dell'unità di pesca";
- con comunicazione trasmessa via pec, in data 11 febbraio 2018, l'Ufficio logistico e servitù militari del Comando militare esercito Sardegna ha respinto la richiesta di indennizzo, per gli anni 2015-2016, riguardante n. 13 imbarcazioni aderenti alla Cooperativa pescatori Sant'Andrea in quanto, secondo quanto asserito nella missiva "la normativa non riconosce all'impresa di pesca avente sede nel Comune di Marrubiu il diritto di indennizzo";

rilevato che:
- la Cooperativa pescatori Sant'Andrea, esercita dal 1953 l'attività di pesca presso il Comune di Arborea;
- in prossimità del mare la cooperativa ha un apposito locale nel quale svolge non solo le attività sociali e le riunioni con i soci per l'organizzazione dell'attività di pesca, ma gestisce anche il magazzino per la raccolta del pescato;
- il locale di cui sopra non solo è punto di partenza e di approdo delle imbarcazioni, ma accoglie tutte le attrezzature necessarie allo svolgimento dell'attività di pesca, avente punto di sbarco autorizzato denominato "Bocca a mare S'Ena Arrubia" di cui sono a conoscenza tutte le autorità competenti;

rilevato, altresì, che:
- in diversi tavoli, presenti anche i rappresentanti istituzionali, si è inoltre convenuto che dovesse essere considerata, ai fini dell'indennizzo, non la sede legale ma il luogo di attività di pesca della cooperativa (articolo 4 - intesa Regione e Ministero) essendo questo il senso reale da dare alla norma;
- l'interpretazione dell'articolo 4, data dal Comando militare dell'esercito, con cui si nega il diritto ad avere l'indennizzo da parte della Cooperativa Sant'Andrea appare assolutamente errata ed in contraddizione con quanto statuito in detto articolo, in quanto è assolutamente inequivocabile che la sede di ormeggio sia quella operativa, e quindi non quella legale a cui fa erroneamente riferimento detto Comando militare,

chiedono di interrogare il Presidente della Regione e l'Assessorato regionale dell'agricoltura e riforma agro-pastorale al fine di conoscere:
1) se siano a conoscenza della problematica in oggetto;
2) quali azioni si intendano intraprendere per risolvere il problema del mancato indennizzo dovuto alla Cooperativa Sant'Andrea, operante nel Comune di Arborea;
3) quali azioni intendano intraprendere per tutelare gli operatori del settore ed evitare che in futuro possano determinarsi problematiche analoghe.

Cagliari, 26 marzo 2018