CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA

XVLegislatura

Interrogazione n. 1447/A

LEDDA, con richiesta di risposta scritta, sui gravi problemi generati dal protrarsi dell'epidemia di lingua blu, il mancato acquisto delle dosi vaccinali necessarie per la programmata attività vaccinale e la richiesta di revoca dell'Assessore regionale dell'igiene e sanità e dell'assistenza sociale.

***************

Il sottoscritto,

premesso che:
- gli allevatori in Sardegna sono costantemente vittime delle calamità naturali che la nostra Regione, per la sua stessa posizione geografica, è costretta a subire, quali siccità o gelate;
- a questi si aggiungono gli immancabili blocchi burocratici che purtroppo caratterizzano la nostra Amministrazione regionale;

considerato che:
- da luglio 2017 si sono verificati numerosi focolai in Gallura che solo in parte è stata coperta da vaccinazione e in Ogliastra, zona finora completamente esclusa dalla vaccinazione preventiva, fino a propagarsi, soprattutto lungo tutta la costa orientale, ma anche in tutti gli altri territori fino a ora esclusi da tale contagio, quali Ozieri e Olbia;
- l'inaffidabilità dell'Assessore regionale dell'igiene e sanità e dell'assistenza sociale ha causato la mancanza di fiducia del mondo agro-pastorale, in particolare per quanto attiene la sciocca ed inutile vaccinazione coattiva e le sanzioni irrogate a numerosi pastori che per motivi oggettivi non hanno prestato il proprio consenso alla vaccinazione;
- da ultimo, peraltro, l'Assessorato non ha provveduto ad acquistare le dosi vaccinali necessarie per procedere alla programmata vaccinazione e parrebbe, anzi, che le dosi vaccinali, non saranno disponibili prima del mese di agosto 2018;
- i danni derivanti dai ritardi o dalle ultimissime difficoltà nelle presentazioni delle domande per i pagamenti dei contributi a favore dei pastori sono già sufficienti a minare la sopravvivenza del mondo agro-pastorale, e l'Assessorato regionale dell'igiene e sanità e dell'assistenza sociale risulta essere l'ennesima e più grande calamità toccata in sorte al comparto agro-pastorale,

chiede di interrogare il Presidente della Regione per sapere:
1) quali misure urgenti intenda adottare per combattere l'epidemia da lingua blu, adeguando la campagna vaccinale, al fine di limitare i danni agli allevatori e salvaguardare il nostro patrimonio zootecnico;
2) se intenda rimuovere immediatamente dal proprio ruolo l'Assessore regionale dell'igiene e sanità e dell'assistenza sociale, per manifesta incompetenza, anche per i motivi di cui ad analoga e profetica interrogazione presentata in data 19 febbraio 2015.

Cagliari, 3 aprile 2018