CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA

XVLegislatura

Interrogazione n. 1471/A

LAMPIS, con richiesta di risposta scritta, sulla impellente necessità di opere di manutenzione ordinaria e straordinaria, ai fini della messa in sicurezza, della strada provinciale n. 65, tratta Montevecchio-Funtanazza-Sant'Antonio di Santadi, ricadente nella giurisdizione territoriale del Comune di Arbus (SU).

***************

Il sottoscritto,

premesso che in territorio del Comune di Arbus (SU) insiste gran parte dell'estensione della strada provinciale N. 65, unica arteria viaria utile al raggiungimento delle numerose località costiere ricadenti nel territorio della rinomata Costa Verde: Piscinas, Portu Maga, Gutturu 'e Flumini, Funtanazza, Porto Palma e Torre dei Corsari;

ritenuto che detta strada si presenti in un evidente stato di precarietà trovandosi in una situazione di percorribilità di estremo pericolo sia per il dissesto in cui si trova il manto stradale che per la totale assenza di adeguata segnaletica orizzontale;

preso atto che la fruibilità di detto percorso risulta essere utile al raggiungimento di numerose attività produttive che insistono nel territorio comunale di Arbus, tra cui diverse aziende agricole e zootecniche e altrettanti numerosi agriturismi che rappresentano presidi importanti per il sostentamento della fragile economia locale;

visto che, con l'approssimarsi della stagione estiva, risulta essere improrogabile la messa in sicurezza della strada in menzione su cui transitano quotidianamente una straordinaria quantità di autoveicoli dirette alle anzidette località balneari;

verificato che non risultano iniziative in tal senso programmate dalla Provincia del Sud Sardegna,

chiede di interrogare il Presidente della Regione e l'Assessore regionale dei lavori pubblici
per conoscere:
1) a quando risalga l'ultimo significativo intervento di manutenzione, ordinaria o straordinaria, posto in essere nel tratto di strada in oggetto da parte della Provincia del Sud Sardegna;
2) quali iniziative intendano porre in essere ai fini della salvaguardia della pubblica incolumità di chi percorrerà quel tratto di strada e quali risorse finanziarie verranno all'uopo destinate.

Cagliari, 24 aprile 2018