CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA

XVLegislatura

Interrogazione n. 1485/A

TENDAS - SOLINAS - CHERCHI - MELONI Giuseppe, con richiesta di risposta scritta, sulle iniziative per fronteggiare i danni causati dal maltempo nella prima settimana di maggio 2018.

***************

I sottoscritti,

premesso che:

-      nei giorni scorsi (3-6 maggio 2018) si sono verificati straordinari fenomeni meteorologici caratterizzati da piogge abbonanti, che hanno causato gravissimi danni su diversi comuni della Sardegna;

-      tali fenomeni hanno causato ingenti danni ai privati cittadini e alle amministrazioni comunali, interessando sia centri abitati che le campagne, con danneggiamenti alle infrastrutture, perdita del raccolto, danneggiamenti a mezzi agricoli, ai capi di bestiame e altro ancora;

-      i comuni colpiti dalla violenta ondata di mal tempo, attraverso i servizi di Protezione civile, il volontariato garantito dai cittadini e dalle associazioni presenti nel territorio, hanno dato luogo ai primi importantissimi interventi per ripristinare i normali livelli di sicurezza del territorio;

-      diverse amministrazioni comunali hanno dichiarato lo stato di calamità naturale, procedendo, inoltre, alla stima dei danni, al momento non ancora calcolabili;

-      così come si rileva dalle note stampa e dalle dichiarazioni rilasciate da alcuni amministratori locali dei comuni colpiti dal maltempo, i settori più colpiti dal violento fenomeno meteorologico sono le infrastrutture rurali e l'agricoltura;

dato atto che i settori dell'agricoltura e dell'allevamento sono già in forte sofferenza e molti imprenditori agricoli hanno assistito alla perdita quasi totale del raccolto;

tenuto conto che le amministrazioni comunali colpite, già fortemente limitate nella spesa e prive di risorse economiche, non possono far fronte autonomamente a ripristinare i danni causati, dall'evento disastroso di cui all'oggetto e in particolare alle somme spese per gli interventi di somma urgenza;

constatato che occorre intervenire con immediatezza per far fronte all'emergenza venutasi a creare e in particolare alla luce di quanto sopra,

chiedono di interrogare il Presidente della Regione, l'Assessore regionale dell'agricoltura e riforma agro-pastorale e l'Assessore regionale degli enti locali, finanze e urbanistica per sapere:

1)    quali iniziative e interventi si intendano programmare per far fronte all'emergenza causata dall'ondata di maltempo che ha colpito alcuni comuni della Sardegna nella prima settimana di maggio 2018;

2)    se e quando si intende chiedere lo stato di calamità per l'intera Isola;

3)    quali iniziative si vogliano intraprendere per contribuire alle spese sostenute per gli interventi di somma urgenza da parte delle amministrazioni comunali colpite.

Cagliari, 8 maggio 2018