CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA

XVLegislatura

Interrogazione n. 1496/A

COSSA, con richiesta di risposta scritta, sui ritardi nella conclusione della procedura di verifica di coerenza da parte del Ministero della salute, ai sensi della legge n. 164 del 2014, sulla riorganizzazione della rete ospedaliera della Regione.

***************

Il sottoscritto,

premesso che, in data 28 luglio 2015, la Giunta regionale ha approvato la deliberazione n. 38/12, di cui è parte integrante l'allegato 1, concernente la riorganizzazione della rete ospedaliera della Regione autonoma della Sardegna per il 2015-2018;

considerato che, in data 2 febbraio 2016, la Giunta regionale ha definitivamente approvato il Piano di riorganizzazione della rete ospedaliera della Sardegna, con propria deliberazione n. 6/15;

constatato che, dopo una lunga fase di polemiche e con ampie modifiche rispetto alla proposta iniziale della Giunta regionale, in data 3 agosto 2017, la Commissione regionale sanità, a sua volta, ha approvato la riorganizzazione della rete ospedaliera sarda;

visto che, in data 25 ottobre 2017, il Piano di riorganizzazione della rete ospedaliera della Regione autonoma della Sardegna, con ulteriori modifiche rispetto alla proposta iniziale, è stato definitivamente approvato dal Consiglio regionale;

appurato che, ai sensi del disposto del comma 1 dell'articolo 16 della legge n. 164 dell'11 novembre 2014, la Regione ha trasmesso il provvedimento al Ministero della salute per la prevista verifica di coerenza;

tenuto conto che alla data odierna non risulta pervenuto nessun riscontro ufficiale di coerenza da parte del Ministero della salute, mentre più volte i mezzi di comunicazione sardi hanno pubblicato indiscrezioni su diversi chiarimenti di merito che sarebbero stati richiesti dal ministero alla Regione;

ritenuto che in buona sostanza, a tre anni di distanza dalla prima approvazione del controverso atto di riorganizzazione da parte della Giunta regionale, l'iter del provvedimento non risulta ancora completato, con grave danno per tutte le attività di programmazione sanitaria, che non possono contare sulla indispensabile cornice di riferimento,

chiede di interrogare il Presidente della Regione e l'Assessore regionale dell'igiene e sanità e dell'assistenza sociale per sapere:
1) se corrispondano al vero le notizie di stampa secondo cui il Ministero della salute avrebbe richiesto molteplici chiarimenti di merito sul provvedimento di riorganizzazione della rete ospedaliera, approvato dal Consiglio regionale in data 25 ottobre 2017;
2) quali siano, in particolare, gli aspetti del provvedimento che necessitano di approfondimenti e di chiarimenti e che stanno ritardando la conclusione della verifica di coerenza ai sensi della legge n. 164 del 2014 da parte del Ministero della salute;
3) quali siano i tempi previsti e concordati per il completamento della fase di verifica da parte del ministero della salute;
4) quali siano le azioni che la Regione sta eventualmente ponendo in essere per accelerare tale verifica di coerenza da parte del Ministero;
5) quali siano gli adempimenti in capo alla Regione autonoma della Sardegna nel caso in cui la verifica da parte del Ministero della salute si concludesse negativamente o in modo parzialmente positivo con prescrizioni.

Cagliari, 15 maggio 2018