CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA

XVLegislatura

Interrogazione n. 1497/A

MARRAS, con richiesta di risposta scritta, sulla viabilità da/per la Planargia e sullo stato di grande e grave pericolo in cui versano la strada statale n. 129 bis e il tratto di strada circonvallazione di Sindia, e sulla improcrastinabile necessità di provvedere, con la massima urgenza, ai lavori di messa in sicurezza.

***************

Il sottoscritto,

premesso che:
- la strada statale n. 129 bis Bosa-Macomer è la più importante infrastruttura stradale che collega Bosa e la Planargia alla strada statale n. 131;
- detta strada è intervallata da tratti pericolosi, quali i tratti tra Bosa e Suni, l'attraversamento di Suni, la bretella tra Suni e Sindia, la circonvallazione di Sindia, il tratto tra la località Bara e il bivio per Macomer, dove si percorre una strada strettissima (due autobus che si incrociano si toccano letteralmente) e in un vero e proprio budello chiamato "i ponti di Bosa" (vale a dire i sovrastanti ponti ferroviari che si trovano in prossimità del bivio per Macomer), e il tratto di strada che conduce in direzione nord al bivio per la strada statale n. 131 in località Monte Muradu;
- questi tratti stradali, salvo rare eccezioni, non rispettano i principi minimi di sicurezza e di legislazione riferita ai percorsi viari, determinando un costante e continuo pericolo per i viaggiatori che li percorrono;
- la circonvallazione di Sindia è un tratto posto a cavallo tra i territori delle due Province di Oristano (qualche centinaio di metri) e Nuoro (sulla quale grava gran parte dell'infrastruttura per circa 6 km) lungo la strada statale n. 129 bis Bosa-Macomer;

considerato che:
- nei mesi scorsi si è appreso dalla stampa di riunioni tenutesi in Planargia (a Suni), alla presenza dell'Assessore regionale dei lavori pubblici, dei rappresentanti dell'ANAS, di diversi sindaci e di alcuni consiglieri regionali;
- le risultanze di questi incontri, riportate dagli organi di stampa, riferiscono di soluzioni a breve termine, con appalti che dovrebbero partire entro l'anno per circa 10 milioni di euro;
- allo stesso modo pare che la Provincia di Nuoro metterà in sicurezza la circonvallazione di Sindia con un intervento di 2,5 milioni di euro;

evidenziato che:
- nel mentre lo stato complessivo dell'arteria peggiora sempre di più e a seguito delle piogge di questi giorni il transito nella circonvallazione di Sindia è diventato pericolosissimo, per le insidie che nasconde nei dossi e nelle curve, anche per l'aumento del traffico veicolare conseguente alla imminente stagione turistica;
- è quanto mai urgente provvedere alla messa in sicurezza dell'intera strada statale n. 129 bis, unica via di comunicazione tra Bosa e Macomer,

chiede di interrogare il Presidente della Regione e l'Assessore regionale dei lavori pubblici per sapere:
1) a quando risalga e quale sia l'ammontare complessivo delle risorse finanziarie destinate alla strada statale n. 129 bis, quali siano realmente le progettazioni in essere su questa strada e quali gli appalti che saranno portati avanti entro l'anno;
2) quali iniziative intendano adottare nell'immediato, anche attraverso il coinvolgimento degli enti competenti, per migliorare le condizioni di sicurezza stradale nel tratto della circonvallazione di Sindia;
3) se ritengano necessario destinare risorse straordinarie aggiuntive per gli interventi di messa in sicurezza e di manutenzione straordinaria della strada statale n. 129.

Cagliari, 15 maggio 2018