CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA

XVLegislatura

Interrogazione n. 1507/A

LAMPIS - TRUZZU - FUOCO - ORRÙ, con richiesta di risposta scritta, sulla situazione di indisturbata diffusione nell'intero territorio regionale dell'Orobanche e della Centaurea diluta a danno delle produzioni agricole di leguminose e graminacee.

***************

I sottoscritti,

premesso che:
- l'Orobanche, meglio conosciuto anche come "lupo delle fave", è una specie vegetale appartenente all'ordine delle Lamiales dall'aspetto di piccole erbacee parassite annuali o perenni che sta causando forti danni alle colture di fave, piselli e leguminose, in genere nell'intero territorio regionale con gravi ripercussioni sull'economia agricola della Sardegna;
- la Centaurea diluta, meglio conosciuta anche come "fiordaliso del nord Africa", è una pianta aliena annuale appartenente alla famiglia delle Asteracaee composite, é un'infestante che interessa i cereali e le leguminose, sia foraggere che orticole, raggiungendo la massima diffusione in zone particolarmente vocate per tali colture come la Marmilla, l'alta Marmilla e la Trexenta;

appurato che:
- l'Orobanche vive a spese dell'apparato radicale delle leguminose che, proprio quando sono vicine alla produzione, sciupano per poi rinsecchirsi;
- la Centaurea diluta, raggiungendo dimensioni elevate che talvolta sfiorano i 3 metri di altezza, prende il sopravvento sulla coltura principale soffocandola e determinandone l'insecchimento;

preso atto che:
- l'infestazione dell'Orobanche può compromettere radicalmente la produzione di leguminose nel territorio che ne risulta colpito, costringendo gli imprenditori zootecnici a rivolgersi a mercati esterni all'Isola per soddisfare il fabbisogno dei propri animali con conseguente ulteriore dispendio di risorse;
- l'imponenza delle piante di Centaurea diluta rende difficoltosa la raccolta della coltura principale mediante semplice trebbiatura tanto da richiedere ulteriori interventi con maggiori costi rendendo poco produttiva, e quindi poco economica, la coltivazione;

visto che gli imprenditori coinvolti sollecitano l'attenzione dell'Amministrazione regionale al fine di attuare interventi utili e necessari ad arginare i danni che il parassita e l'infestante arrecano alle colture ed ad un tessuto socio-economico già fortemente compromesso,

chiedono di interrogare il Presidente della Regione e l'Assessore regionale dell'agricoltura e riforma agro-pastorale per conoscere:
1) se siano a conoscenza della problematiche esposte in premessa;
2) quali interventi urgenti intendano programmare al fine della mitigazione dei danni economici patiti dagli imprenditori agricoli interessati;
3) se non ritengano necessario dar seguito all'attività di divulgazione e informazione, già avviata dall'Agenzia Laore Sardegna sul monitoraggio della Centaurea diluta.

Cagliari, 22 maggio 2018