CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA

XVLegislatura

Interrogazione n. 1508/A

TRUZZU - FUOCO - LAMPIS - ORRÙ, con richiesta di risposta scritta, circa la situazione dei lavoratori del comparto della formazione professionale ai sensi dell'articolo 11, comma 4, della legge regionale 11 gennaio 2018, n. 1.

***************

I sottoscritti,

premesso che la legge regionale 11 gennaio 2018, n. 1 (Legge di stabilità 2018) all'articolo 11, comma 4, dispone che "Al fine di dare compiuta attuazione a quanto disposto dall'articolo 4 della legge regionale 29 aprile 2013, n. 10 (Disposizioni urgenti in materia di lavoro e nel settore sociale), e successive modifiche ed integrazioni, il personale già operante nel compatto della formazione professionale ai sensi della legge regionale 1° giugno 1979, n. 47 (Ordinamento della formazione professionale in Sardegna), titolare di un regolare contratto di lavoro subordinato a tempo indeterminato entro la data del 31 dicembre 2012, dipendente di agenzie formative e che, se ancora in servizio alla data prevista dalla specifica procedura di cui alla citata legge regionale n. 10 del 2013, e successive modifiche ed integrazioni, abbia inoltrato regolare istanza al competente Assessorato regionale del lavoro, formazione professionale, cooperazione e sicurezza sociale, è iscritto, su richiesta, alla lista speciale ad esaurimento di cui all'articolo 6, comma 1, lettera f), della legge regionale 5 marzo 2008, n. 3 (legge finanziaria 2008). L'iscrizione è disposta anche in deroga a quanto previsto all'articolo 2 della legge regionale 20 dicembre 2013, n. 38 (Norme in materia di servizi per il lavoro, disposizioni attuative della legge regionale 29 aprile 2013, n. 10 (Disposizioni urgenti in materia di lavoro e nel settore sociale), e interventi a favore degli operatori di tutela ambientale). Non sono iscritti alla lista speciale ad esaurimento coloro che si siano dimessi dall'ente o agenzia formativa che abbiano, in precedenti procedure, beneficiato di specifici incentivi pubblici istituiti per l'esodo dal comparto della formazione professionale";

appurato che i lavoratori del comparto della formazione professionale non hanno visto riconosciuto il diritto di inserimento nella lista speciale prevista dalla norma sopracitata e gli stessi si trovano in condizioni di difficoltà economiche in conseguenza dei pesanti ritardi nella erogazione degli stipendi, a causa degli ammortizzatori sociali in scadenza o già scaduti;

considerato che risulta necessario dare tempestiva e piena applicazione all'articolo 11, comma 4, della legge regionale 11 gennaio 2018, n. 1, affinché venga riconosciuto il diritto di inserimento nella lista speciale per i 102 lavoratori del comparto della formazione professionale, così come stabilito da specifica norma approvata dal Consiglio regionale;

valutato che:
- sull'argomento si è, altresì, pronunciato il TAR Sardegna - Sezione Seconda - sentenza n. 101/2018;
- sono trascorsi oltre 4 mesi dall'approvazione della finanziaria regionale 2018 e tutto ancora tace,

chiedono di interrogare il Presidente della Regione e l'Assessore regionale del lavoro formazione professionale cooperazione e sicurezza sociale per sapere:
1) se siano a conoscenza della grave situazione in cui versano lavoratori del comparto della formazione professionale;
2) le motivazioni relative al mancato riconoscimento del diritto di inserimento nella lista speciale per i 102 lavoratori del comparto della formazione professionale;
3) quali azioni intendano porre in essere per dare tempestiva e piena applicazione all'articolo 11, comma 4, della legge regionale 11 gennaio 2018, n. 1, affinché venga riconosciuto il diritto di inserimento nella lista speciale per i 102 lavoratori del comparto della formazione professionale.

Cagliari, 23 maggio 2018