CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA

XVLegislatura

Interrogazione n. 1521/A

LAMPIS - TRUZZU - FUOCO - ORRÙ, con richiesta di risposta scritta, sui criteri oggettivi utilizzati per la riprogrammazione delle economie del POT a favore di nuovi interventi finalizzati al superamento di criticità locali del Sistema idrico integrato (SII).

***************

I sottoscritti,

premesso che:
- con deliberazione n. 15 del 16 maggio 2018 vengono ripartite parte dell'economie dei POT 2004-2005 e 2006, approvate con deliberazione dell'Autorità d'ambito n. 6 del 2 aprile 2004 e n. 23 del 22 novembre 2004, che la Giunta regionale ha dichiarato conforme agli atti generali di programmazione in materia di risorse idriche;
- in data 6 dicembre 2004 l'Autorità d'ambito ha sottoscritto con gli Assessorati dei lavori pubblici e della difesa dell'ambiente l'accordo attuativo degli interventi di cui sopra;
- con deliberazione dell'Assemblea dell'AATO n. 25/2004 è stato individuato il soggetto affidatario del Servizio idrico integrato (SII) e approvata la relativa convenzione;

constatato che:
- con determina dirigenziale dell'Autorità d'ambito n. 61/2017 sono state accertate delle economie risultanti dall'attuazione degli interventi ID 2004-RE42, 2004-RE43 e 2004-RE45, pari a euro 4.776.401,97 e dichiarate dal gestore Abbanoa Spa immediatamente disponibili a una riprogrammazione;
- con deliberazione del CIA n. 19 del 17 maggio 2017 parte delle sopraccitate economie, precisamente euro 734.348,55 è stata riprogrammata per finanziare la realizzazione di lavori di completamento della rete fognaria della frazione di Pardu Nou e per sostenere finanziariamente l'intervento ID 2004-535 "Schema PRRA n. 212 Orosei, - Adeguamento dell'impianto al D. Lgs. 152/99 e miglioramento funzionale del processo" previsto in un centro abitato attualmente servito da infrastrutture non adeguate;
- con determinazione dirigenziale n. 109 del 3 agosto 2017 l'Ente d'ambito ha:
1) preso atto del programma di interventi rimodulato con deliberazione del Comitato istituzionale d'ambito n. 23 del 20 luglio 2016 ed ha rideterminato dì conseguenza i relativi finanziamenti;
2) disimpegnato, le somme programmate a favore di 2 opere del comparto fognario-depurativo (ID 2006-1069 e 2006-1116) la cui copertura è stata assicurata con risorse di cui alla deliberazione della Giunta regionale n. 22/1 del 7 maggio 2015, per complessivi euro 3.000.000, che costituiscono economie immediatamente riutilizzabili;
3) impegnato a favore di Abbanoa Spa la somma di euro 298.000 a copertura dell'incremento dei finanziamenti degli interventi del comparto fognario-depurativo approvato deliberazione del CIA n. 23 del 20 luglio 2016;

visto che:
- con deliberazione del CIA n. 45 del 29 novembre 2017, parte delle economie di cui alla determinazione dirigenziale n. 61 dell'11 maggio 2017, per complessivi euro 3.070.258,17, sono state riprogrammate al fine di copertura, dovute a maggiori costi per l'esecuzione di interventi previsti, ma non ancora attuati dalla società Abbanoa Spa;
- con deliberazione dei CIA n. 8 dell'8 marzo 2018, parte delle economie di cui alla determina dirigenziale n. 109 del 3 agosto 2017, pari a complessivi euro 1.250.000 sono state riprogrammate a favore dell'integrazione del finanziamento dell'intervento ID 2004-530 Schema 11 "Siniscola" - Impianto di potabilizzazione;
- con determinazione dirigenziale n. 94 del 10 maggio 2018 sono state accertate economie per complessivi 3.344.736,38 a seguito delle dichiarazioni di chiusura degli interventi dei POT 2004-2005-2006 presentate dalla società Abbanoa Spa;

rilevato che:
- l'EGAS non ha provveduto alla pubblicazione di un bando pubblico per la destinazione dei finanziamenti riprogrammati in seguito alle economie risultanti dall'attuazione dei predetti progetti;
- dalla deliberazione n. 15 del 16 maggio 2018 approvata dall'ente si evince che non tutti i comuni sono stati inseriti nell'elenco delle opere da realizzare per gli interventi urgenti e indifferibili richiesti dagli stessi;

ritenuto che nella procedura non si comprendono le motivazioni che hanno indotto L'EGAS a finanziare alcuni comuni e ad escluderne altri, mancando un elemento oggettivo che con modalità imparziali e trasparenti giustifichi la scelta effettuata,

chiedono di interrogare l'Assessore regionale dei Lavori pubblici e il Presidente della Regione su:
1) quali siano stati i criteri adottati per l'attribuzione di finanziamenti in relazione all'urgenza e all'indifferibilità degli interventi citati dalle delibere adottate dall'EGAS;
2) quali iniziative l'Assessore regionale dei lavori pubblici intenda adottare ai fini del coinvolgimento sia dei comuni interessati che hanno presentato domanda di intervento, sia di quelli non coinvolti per l'assenza di un bando pubblico che con criteri di trasparenza, pubblicità e imparzialità rendesse noto il finanziamento in questione.

Cagliari, 5 giugno 2018