CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA

XVLegislatura

Interrogazione n. 1524/A

TRUZZU - FUOCO - LAMPIS - ORRÙ, con richiesta di risposta scritta, circa il confezionamento di fistole artero-venose su pazienti emodializzati.

***************

I sottoscritti,

premesso che: 
- con deliberazione n. 203 del 10 marzo 2016 il commissario straordinario dell'ASSL di Cagliari ha approvato il progetto per il confezionamento di fistole artero-venose su pazienti emodializzati tramite l'utilizzo di prestazioni aggiuntive, con modalità di ricovero in day service;
- con la successiva deliberazione dell'ASSL n. 1697 del 23 dicembre 2016 il commissario straordinario dell'ASSL di Cagliari autorizzava il progetto sopra citato per una spesa presunta di 810 euro a seduta, per un numero massimo di 40 sedute annue ed un importo totale massimo pari a 32,400 euro;

considerato che: 
- il Servizio di programmazione e controllo dell'ASSL di Cagliari, con nota prot. n. 3645 del 9 febbraio 2016 ha evidenziato il risparmio economico dell'azienda derivante dall'impiego di personale della dirigenza medica e del comparto, tramite prestazioni aggiuntive, in luogo del ricorso alle strutture convenzionate per l'effettuazione di simili interventi;
- la S.C. dialisi del Presidio ospedaliero S.S. Trinità, con nota prot. n. 120 del 7 novembre 2016 ha rilevato l'opportunità dell'utilizzo di personale della dirigenza medica e del comparto dell'Unità operativa complessa di Urologia del Presidio ospedaliero S.S. Trinità per gli interventi in oggetto, tramite prestazioni aggiuntive e con modalità di ricovero in day surgery, considerata la cronica mancanza di personale di sala operatoria  ed in alternativa al ricorso a strutture private per l'effettuazione di simili interventi (euro 5.670/fistola), ipotizzando la realizzazione di un progetto con l'apertura di una seduta operatoria della durata di 6 h con un costo complessivo pari ad euro 810;

appurato che:
- dai dati forniti dal Servizio assistenza ospedaliera è emerso che nell'anno 2015 sono stati eseguiti nelle case di cura operanti nel territorio dell'ASSL di Cagliari n. 104 interventi di fistola AV per dialisi per un importo unitario del DRG pari ad euro 5.725,12 ed un costo complessivo annuale pari ad euro 595.412, giacché in ogni seduta si esegue un solo intervento;
- il ricorso a tale progetto con l'utilizzo di personale della dirigenza medica e del comparto tramite prestazioni aggiuntive, consentirebbe in ogni seduta la realizzazione di 3/4 interventi, con una notevole riduzione della lista d'attesa e un risparmio per il sistema sanitario quantificabile in circa 560.000 euro;

considerato che l'obiettivo dei progetti richiamati nelle deliberazioni del commissario straordinario dell'ASSL di Cagliari è il risparmio economico per l'azienda mediante l'utilizzo del personale interno in luogo del ricorso a strutture convenzionate per il confezionamento di fistole artero-venose su pazienti emodializzati;

valutato che:
- recentemente è stato rilevato il ricorso, da parte dell'ASSL di Cagliari, a strutture convenzionate per il confezionamento di fistole artero-venose su pazienti emodializzati;
- il ricorso a strutture convenzionate, per gli interventi indicati in oggetto, comporta un maggior esborso di risorse economiche da parte dell'Azienda, rispetto all'impiego di personale interno tramite prestazioni aggiuntive, ma soprattutto sta causando un progressivo e ingiustificabile allungamento della lista dei pazienti in d'attesa d'intervento,

chiedono di interrogare il Presidente della Regione e l'Assessore regionale dell'igiene e sanità e dell'assistenza sociale per sapere: 
1) se fossero a conoscenza del ricorso a strutture convenzionate per il confezionamento di fistole artero-venose su pazienti emodializzati da parte dell'ASSL di Cagliari e del conseguente allungamento della lista dei pazienti in attesa d'intervento;
2) le motivazioni relative al ricorso a strutture convenzionate per il confezionamento di fistole artero-venose su pazienti emodializzati in luogo della più economica prestazione aggiuntiva mediante utilizzo del personale interno;
3) quali azioni intendano porre in essere per consentire una rapida riduzione dei pazienti in lista d'attesa ed evitare il maggior dispendio di risorse economiche pubbliche nel confezionamento di fistole artero-venose su pazienti emodializzati.

Cagliari, 6 giugno 2018