CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA

XVLegislatura

Interrogazione n. 1525/A

MARRAS, con richiesta di risposta scritta, sull'avvio servizio di dialisi presso la struttura ospedaliera di Bosa.

***************

Il sottoscritto,

premesso che:
- il 22 dicembre il Consiglio comunale di Bosa ha deliberato, per l'ennesima volta, di sollecitare l'apertura del Centro dialisi presso il Presidio ospedaliero Mastino di Bosa;
- in tale delibera il Consiglio comunale ha richiamato i vari passaggi e solleciti già inoltrati dell'Amministrazione comunale alla ASL n. 5 di Oristano e alla stessa Regione;
- i locali del Centro dialisi, con 7 posti rene, sono stati inaugurati dalla ASL di Oristano fin dal dicembre 2016, quando la dirigenza aziendale preannunciava l'imminente apertura;
- nella stessa delibera, tra le altre cose, si decideva di richiedere, ai sensi della legge n. 241 del 1990, quale fosse la situazione relativa:
a) all'acquisto di macchinari e attrezzature necessarie per il centro;
b) all'individuazione del personale che dovrà occuparsi del servizio; e si invitava formalmente la ASL a definire il cronoprogramma relativo all'avvio del servizio;

considerato che:
- in merito a quanto sopra richiamato, ancora ad oggi, non si sono avute risposte chiare ed esaustive in merito ai motivi ostativi all'apertura del centro;
- il sindaco di Bosa, in data 16 maggio 2018, ha trasmesso una nota all'Assessore regionale dell'igiene e sanità e dell'assistenza sociale, dr. Luigi Arru, al Direttore generale dell'ATS dr. Fulvio Moirano, al Direttore della ASSL di Oristano, dr. Mariano Meloni, e ai consiglieri regionali della Provincia di Oristano, il cui oggetto era: "Centro dialisi Bosa - 3° sollecito";
- in questa nota il sindaco sollecitava una tempestiva apertura del Centro dialisi di Bosa chiedendo, ai soggetti in indirizzo, di affrontare con tempestività questo grave problema;
- nel Consiglio comunale di Bosa del 21 maggio 2018, alcuni consiglieri comunali hanno segnalato il fatto che la struttura predisposta per questo servizio e inaugurata a dicembre 2016, risultava completamente vuota delle attrezzature necessarie e che gli spazi esterni si trovavano in una situazione indecorosa, con erbacce e sterpaglie di ogni tipo;
- a seguire, lo stesso sindaco ha ammesso che, oltre alle solite assicurazioni da parte del direttore di Oristano, nulla, a quella data, si era visto;

evidenziato che:
- l'avvio di questo servizio è di fondamentale importanza per il territorio dell'alto oristanese e in particolare per le persone che fanno riferimento al centro ospedaliero planargese;
- l'apertura del servizio è imprescindibile per garantire, alle persone che vivono questo grave problema, il diritto a cure adeguate nel più vicino centro di riferimento;

tenuto conto che il ritardo è inspiegabile, così come inspiegabili sono state le risposte tardive ed evasive di chi ne ha la competenza,

chiede di interrogare il Presidente della Regione e l'Assessore regionale dell'igiene e sanità e dell'assistenza sociale per sapere:
1) a che punto sia l'iter per l'avvio del Servizio di dialisi presso il Presidio ospedaliero Mastino di Bosa;
2) quali siano state le azioni intraprese per superare questo grave problema e garantire finalmente ai cittadini di poter godere di un diritto a tutt'oggi precluso se non dovendo sopportare lunghi e penosi spostamenti in macchina per raggiungere altre strutture.

Cagliari, 7 giugno 2018