CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA

XVLegislatura

Interrogazione n. 1533/A

AGUS - BUSIA - COZZOLINO - CACCIOTTO, con richiesta di risposta scritta, sui criteri adottati per l'istruttoria delle domande di stabilizzazione dei lavoratori precari titolari di borsa di studio e ricerca.

***************

I sottoscritti,

premesso che:
- la legge regionale 22 dicembre 2016, n. 37, recante "Norme per il superamento del precariato nelle amministrazioni del sistema Regione e altre disposizioni in materia di personale", ha previsto l'approvazione da parte della Giunta regionale di un Piano pluriennale finalizzato alla stabilizzazione del personale non dirigente con contratto a termine;
- con deliberazione n. 70/31 del 29 dicembre 2016 "Avvio del Piano pluriennale per il superamento del precariato nel sistema Regione" la Giunta regionale ha fornito indirizzi sull'attuazione delle procedure, specificando che possono partecipare alle procedure di stabilizzazione a domanda (lett. a), comma 2, articolo 3 della legge regionale n. 37 del 2016) coloro che:
- abbiano svolto attività lavorativa nelle amministrazioni del sistema Regione con rapporto di lavoro a tempo determinato e/o flessibile;
- abbiano svolto la predetta attività lavorativa per almeno 36 mesi, anche in maniera non continuativa, nel periodo dal 1° gennaio 2009 al 31 dicembre 2015;
- abbiano svolto la predetta attività lavorativa a seguito dell'espletamento di apposita procedura ad evidenza pubblica;
- con deliberazione n. 37/17 del 1° agosto 2017, la Giunta regionale, al fine di garantire omogeneità di applicazione degli indirizzi in tutto il sistema Regione, ha dettato specifiche direttive agli enti e alle agenzie regionali, stabilendo criteri e modalità cui le amministrazioni devono attenersi nello svolgimento delle procedure di stabilizzazione;
- in particolare, con la medesima deliberazione, la Giunta regionale ha disposto che l'inquadramento del personale deve avvenire nell'ultima amministrazione datore di lavoro e che le stesse amministrazioni, qualora non presentino sufficienti margini di capacità assunzionale, attingano dalle proprie graduatorie stilate sulla base dei periodi di servizio prestato nelle amministrazioni e valide per tutta la durata del Piano di stabilizzazione, avviato con la legge regionale n. 37 del 2016;

rilevato che:
- allo stato attuale non sono stati pubblicati gli elenchi dell'Agenzia AGRIS con riferimento alle procedure di stabilizzazione avviate col piano pluriennale previsto nella legge regionale n. 37 del 2016, e pertanto rimangono in attesa circa 20 lavoratori precari dell'Agenzia medesima in possesso di borsa di ricerca e di studio per laureati quale requisito di accesso dichiarato per la partecipazione alle procedure di stabilizzazione;
- inoltre, sono stati pubblicati in data 20 aprile 2018 gli elenchi dell'Agenzia Sardegna Ricerche riferibili ai candidati ammissibili e non ammissibili alla stabilizzazione a domanda di cui alla lettera a), comma 2, articolo 3 della legge regionale n. 37 del 2016;
- in tali elenchi parrebbe non siano stati valutati come ammissibili alla stabilizzazione tutti i candidati in possesso di borsa di ricerca e di studio per laureati quali requisito di accesso dichiarato per la partecipazione alle procedure di stabilizzazione;

considerato che:
- con deliberazione n. 73/1 del 20 dicembre 2008 la Giunta regionale ha approvato la pianta organica del personale non dirigenziale dell'Agenzia AGRIS pari a 540 unità, di cui 130 unità di Categoria D - Ricerca, comprensive dei lavoratori precari titolari di borsa di studio (fruita presso uno degli Enti confluiti in AGRIS all'atto della sua istituzione con legge regionale n. 13 del 2006) stabilizzati nell'ambito del Piano per il superamento del precariato di cui all'articolo 36 della legge regionale n. 2 del 2007;
- gli indirizzi adottati dalla Giunta regionale relativamente ai lavoratori precari titolari di borsa di studio e di ricerca risultano ancora attuali e, pertanto, tale titolo dovrebbe essere equiparato a quelli esplicitamente previsti nel Piano pluriennale per il superamento del precariato nel sistema Regione attualmente in corso di attuazione da parte della Giunta,

chiedono di interrogare l'Assessore degli Affari generali, personale e riforma della Regione per conoscere:
1) quali indirizzi sono stati forniti agli enti e agenzie regionali in merito ai criteri da adottare nell'istruttoria delle domande di stabilizzazione dei lavoratori precari in possesso di borsa di studio e ricerca quale requisito di accesso dichiarato per la partecipazione alle procedure di stabilizzazione avviate nell'ambito del Piano per il superamento del precariato nel sistema Regione previsto nella legge regionale n. 37 del 2016;
2) quale sia lo stato di attuazione delle procedure di stabilizzazione nell'Agenzia AGRIS;
3) quali siano i criteri adottati da Sardegna Ricerche per l'istruttoria delle domande di stabilizzazione dei lavoratori precari in possesso di borsa di studio e ricerca;
4) se, al fine di consentire la stabilizzazione di tutto il personale avente diritto, AGRIS sia nelle condizioni di dover essere sostenuta nella propria capacità assunzionale anche attraverso apposite risorse da trasferire per tale scopo alla medesima Agenzia.

Cagliari, 12 giugno 2018