CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA

XVLegislatura

Interrogazione n. 1536/A

CRISPONI, con richiesta di risposta scritta, sulla mancata riapertura del padiglione Tavolara a Sassari.

***************

Il sottoscritto,

considerato che il Palazzo dell'artigianato "Eugenio Tavolara" a Sassari, progettato da Ubaldo Badas negli anni '50, dopo importanti lavori di restauro e recupero funzionale è stato destinato ad ospitare il Museo dell'artigianato artistico e del design della Sardegna;

valutato che i lavori di ristrutturazione, a fronte di un finanziamento pari a 6 milioni di euro sono andati avanti per svariati anni e si sono conclusi con una apposita inaugurazione tenutasi nel maggio del lontano 2013;

ricordato che, nei predetti locali, così come programmato, si sarebbero dovute esporre le collezioni storiche ex ISOLA tra cui gioielli, tessuti, ceramiche e lavorazioni artistiche mai rese fruibili e mai esposte finora integralmente, acquisite nel corso dei cinquant'anni di vita dell'istituto;

constatato che a tutt'oggi non si hanno notizie in merito alle scadenze prefissate per restituire il padiglione alla fruizione collettiva;

tenuto conto che la Regione aveva assegnato negli anni scorsi il bando per la progettazione esecutiva, ma non per la realizzazione degli allestimenti e la successiva esposizione, mentre nulla si sa in merito alla gestione dell'importante polo museale;

registrato che, ancora una volta, rispetto ai buoni propositi, pare affermarsi il dominio di una prevaricante burocrazia incapace di soddisfare la generale utilità,

chiede di interrogare l'Assessore regionale degli enti locali, finanze e urbanistica e, per quanto di competenza, l'Assessore regionale della pubblica istruzione, beni culturali, informazione, spettacolo e sport per conoscere:
1) l'aggiornamento sulla complessiva situazione relativa al Museo Tavolara di Sassari;
2) se sia stato avviato un bando per la realizzazione degli allestimenti;
3) quali siano le intenzioni in merito alla gestione del museo;
4) per quando sia ipotizzabile la definitiva apertura al pubblico.

Cagliari, 13 giugno 2018