CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA

XVLegislatura

Interrogazione n. 1542/A

AGUS - BUSIA - DERIU - COMANDINI - PISCEDDA - MELONI Giuseppe, con richiesta di risposta scritta, sui ritardi accumulati per l'erogazione del saldo dei finanziamenti concessi col progetto "Tutti a Iscol@ -anno scolastico 2016/2017".

***************

I sottoscritti,

premesso che:
- in data 28 ottobre 2016 è stato pubblicato l'avviso dell'Assessorato della regionale della pubblica istruzione, beni culturali, informazione, spettacolo e sport, denominato "Tutti a Iscol@ - anno scolastico 2016/2017" nell'ambito del programma regionale pluriennale, approvato dalla Giunta regionale con le deliberazioni n. 49/8 e 48/9 del 6 ottobre 2015, per il contrasto alla dispersione scolastica e per il miglioramento delle competenze di base degli studenti delle scuole sarde;
- l'avviso è articolato su tre linee di intervento:
- la Linea A, relativa al potenziamento delle competenze di base di italiano e matematica;
- la Linea B, relativa alla realizzazione di attività extracurriculari di laboratori innovativi;
- la Linea C, relativa al sostegno psicologico degli studenti a rischio di esclusione sociale;
- le risorse messe complessivamente a disposizione con l'avviso "Tutti a Iscol@ - anno scolastico 2016/2017" sono pari a euro 20.125.000;
- i soggetti ammessi alla presentazione delle proposte progettuali sono le Autonomie scolastiche della Sardegna;
- in particolare, l'intervento "Linea B2 - Scuole aperte - Laboratori extracurriculari didattici tecnologici", con uno stanziamento pari a euro 3.500.000, prevede l'apertura delle scuole al di fuori dell'orario in cui si svolge l'ordinaria attività didattica ed .è finalizzato a migliorare la qualità dell'offerta formativa extracurricolare attraverso modalità educative di tipo laboratoriale tecnologico;
- l'Assessorato regionale della pubblica istruzione, beni culturali, informazione, spettacolo e sport ha dato mandato all'Agenzia regionale Sardegna ricerche di elaborare un catalogo di laboratori extracurriculari tecnologici basati su modelli di apprendimento digitale da mettere a disposizione delle autonomie scolastiche nell'ambito delle attività previste nella Linea B2 del progetto "Tutti a Iscol@ - anno scolastico 2016/2017";
- il 27 dicembre 2016 Sardegna ricerche ha pubblicato l'avviso rivolto ad operatori economici (in forma singola o associata) che siano in grado di progettare e realizzare attività coerenti rispetto all'oggetto dell'avviso, per l'ammissione di progetti laboratoriali al catalogo dei laboratori extracurriculari tecnologici;
- secondo le disposizioni dell'avviso, l'inserimento del progetto laboratoriale nel catalogo non costituisce autonomo titolo all'acquisizione di diritti e/o doveri fino all'eventuale selezione del laboratorio ad opera delle Autonomie scolastiche individuate dall'Assessorato regionale della pubblica istruzione, beni culturali, informazione, spettacolo e sport attraverso l'acquisizione delle apposite manifestazioni di interesse (di seguito, proposte progettuali) previste nella Linea B2 dell'avviso "Tutti a Iscol@", ed alla successiva formalizzazione dell'intervento;
- la struttura organizzativa prevista dagli operatori economici proponenti deve avvalersi di un gruppo di lavoro composto da almeno tre unità di personale per progetto laboratoriale e deve in ogni caso garantire la contestuale presenza durante le attività laboratoriali di tre figure (tutor tecnologici) per tutta la durata del laboratorio;
- per ciascun progetto ammesso al catalogo, selezionato e realizzato dalle autonomie scolastiche, è previsto un importo forfettario onnicomprensivo (IVA inclusa, se dovuta), massimo, di euro 15.550 finalizzato alla copertura delle spese sostenute dall'operatore economico per la progettazione e la realizzazione del laboratori didattico;
- oltre alla quota per l'operatore economico, è previsto uno specifico stanziamento destinato all'Autonomia scolastica per l'acquisto di appositi dispositivi digitali per l'attività di laboratorio e per la copertura delle spese di gestione e realizzazione del progetto nelle sedi scolastiche;
- Sardegna ricerche ha pubblicato il catalogo dei laboratori il 17 febbraio 2017;
- le autonomie scolastiche partecipanti alla Linea B2 sono state individuate dall'Assessorato regionale della pubblica istruzione, beni culturali, informazione, spettacolo e sport con l'approvazione (determinazione n. 530/14459 del 21 dicembre 2016) della graduatoria delle proposte progettuali trasmesse dalle scuole per la partecipazione alle attività laboratoriali;
- le autonomie scolastiche ammesse alla Linea B2 hanno potuto così selezionare, prima tra il 14 e il 19 febbraio 2017, poi, con riapertura dei termini, tra il 1° e il 3 marzo 2017, tra tutti i progetti disponibili nel catalogo quello ritenuto maggiormente aderente alle proprie necessità ed obiettivi didattici;
- successivamente, Sardegna ricerche ha pubblicato l'elenco degli abbinamenti laboratorio/autonomia scolastica;
- sono stati ammessi al finanziamento n. 133 laboratori richiesti dalle autonomie scolastiche tra i 149 inseriti nel catalogo;
- l'avviso di Sardegna ricerche prevede che entro trenta giorni dalla data stabilita per la conclusione delle attività progettuali l'operatore economico deve trasmettere alla stessa Sardegna ricerche i documenti di rendicontazione delle attività svolte;
- la liquidazione del finanziamento viene effettuata da Sardegna ricerche direttamente all'autonomia scolastica beneficiaria, che a sua volta eroga all'operatore economico l'importo riconosciuto, attraverso:
- un acconto dell'80 per cento, successivamente all'individuazione delle Autonomie scolastiche beneficiarie ad opera dell'Assessorato regionale della pubblica istruzione, beni culturali, informazione, spettacolo e sport e ai successivamente adempimenti procedurali previsti nell'avviso dell'Assessorato regionale della pubblica istruzione, beni culturali, informazione, spettacolo e sport;
- il saldo finale, pari al 20 per cento, a chiusura delle attività di verifica tecnica effettuate da Sardegna ricerche, delle attività di verifica effettuate dall'Assessorato della regionale della pubblica istruzione, beni culturali, informazione, spettacolo e sport, della verifica amministrativa per la definizione dell'importo a saldo da parte di Sardegna ricerche;
- l'operatore economico responsabile della realizzazione del laboratorio selezionato dall'Autonomia scolastica, assume diversi obblighi tra cui:
- l'avvio del progetto e relativa comunicazione a Sardegna ricerche entro cinque giorni dall'inizio delle attività del laboratorio,
- la conclusione delle attività entro il 31 agosto 2017 (intendendo tale termine comprensivo di tutte le attività di competenza dell'autonomia scolastica);

rilevato che:
- risultano numerose segnalazioni degli operatori economici titolari dei laboratori extrascolastici realizzati nelle scuole circa il mancato pagamento del saldo dei finanziamenti concessi nell'ambito della Linea B2 dell'avviso "Tutti a Iscol@ 2016/2017";
- i laboratori per i quali si attende l'erogazione del saldo hanno superato positivamente la verifica tecnica svolta da Sardegna ricerche;
- Sardegna ricerche è attualmente ancora in attesa della conclusione delle verifiche in capo all'Assessorato regionale della pubblica istruzione, beni culturali, informazione, spettacolo e sport;
- secondo le previsioni dell'avviso di Sardegna ricerca, non è possibile liquidare il saldo destinato agli operatori economici (con il tramite delle autonomie scolastiche) senza il nulla osta positivo dell'Assessorato regionale della pubblica istruzione, beni culturali, informazione, spettacolo e sport;

osservato che:
- il bando prevedeva necessariamente la fine di tutte le attività entro il 31 agosto 2017 (comprese anche quelle di competenza dell'autonomia scolastica) e che gli operatori economici avevano a disposizione un tempo limitato (trenta giorni) per trasmettere la rendicontazione delle attività laboratoriali realizzate;
- a distanza di un anno dalla conclusione dei laboratori svolti gli operatori economici si ritrovano in difficoltà nell'adempimento degli obblighi fiscali e tributari in capo all'impresa e soprattutto nell'erogazione dei compensi dovuti ai lavoratori già impiegati nei progetti;
- gli operatori economici, per lo più piccole imprese con pochi dipendenti, non posseggono una capacità economico-finanziaria tale da sostenere per lungo tempo i ritardi nel pagamento dei debiti da parte delle pubbliche amministrazioni,

chiede di interrogare l'Assessore regionale della pubblica istruzione, beni culturali, informazione, spettacolo e sport per conoscere:
1) quali siano i motivi del forte ritardo nell'erogazione del saldo dei finanziamenti concessi agli operatori economici nell'ambito dell'intervento Linea B2 dell'Avviso "Tutti a Iscol@ - anno scolastico 2016/2017";
2) quali azioni sono state previste nella gestione dei successivi Avvisi pubblicati per l'attuazione del progetto regionale pluriennale "Tutti a Iscol@" al fine di scongiurare il ripetersi dei ritardi nella liquidazione del saldo dei finanziamenti concessi.

Cagliari, 22 giugno 2018