CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA

XVLegislatura

Interrogazione n. 1546/A

TRUZZU - FUOCO - LAMPIS - ORRÙ, con richiesta di risposta scritta, circa lo stato di applicazione in Sardegna delle Zona economiche speciali nelle aree portuali e retro-portuali, ai sensi dell'articolo 3 del decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 25 gennaio 2018, n. 12.

***************

I sottoscritti,

premesso che:
- con il decreto legge n. 91 del 2017, convertito con modificazioni dalla legge n. 123 del 2017, al fine di favorire la creazione di condizioni favorevoli in termini economici, finanziari e amministrativi, che consentano lo sviluppo, in alcune aree del Paese, delle imprese già operanti, nonché l'insediamento di nuove imprese in dette aree, sono state istituite le Zone economiche speciali, denominate "ZES";
- con il decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 25 gennaio 2018, n. 12, è stato approvato il regolamento per l'istituzione delle ZES;

considerato che
- tale decreto ha definito le modalità per l'istituzione di una ZES, la sua durata, i criteri generali per l'identificazione e la delimitazione dell'area, i criteri che ne disciplinano l'accesso e le condizioni speciali, nonché il coordinamento generale degli obiettivi di sviluppo;
- le ZES nelle aree portuali e retro-portuali hanno l'obiettivo di attrarre investimenti esteri o extra-regionali, attraverso incentivi, agevolazioni fiscali, deroghe normative; 

appurato che:
- con deliberazione n. 175 in data 28 marzo 2018 la Giunta regionale della Campania ha approvato il Piano di sviluppo strategico della ZES;
- anche altre regioni italiane del Mezzogiorno hanno provveduto ad avviare l'iter di istituzione delle ZES;

considerato che l'area portuale di Cagliari ha conosciuto negli ultimi anni un costante e drastico ridimensionamento del traffico commerciale, con una progressiva riduzione delle attività all'interno del Porto Canale e una conseguente graduale riduzione dei livelli occupazionali e che ad oggi la Regione risulta in ritardo nella procedura di istituzione delle ZES nelle aree portuali e retro-portuali;

valutato che:
- l'istituzione della ZES rappresenta indubbiamente un utile strumento di sviluppo per la nostra isola, in quanto le imprese interessate potranno beneficiare di speciali incentivi (fiscali e normativi, sotto forma di credito di imposta e di semplificazioni amministrative) volti a creare condizioni più favorevoli per gli investimenti e lo sviluppo territoriale, nonché per l'incremento dei livelli occupazionali;
- al momento risulta ancora bloccata anche la piena operatività della zona franca doganale nel porto di Cagliari,

chiedono di interrogare il Presidente della Regione e l'Assessore regionale della programmazione, bilancio, credito e assetto del territorio per sapere:
1) quali atti sono stati posti in essere per l'attivazione delle ZES nelle aree portuali e retro-portuali;
2) quando pensano di poter procedere all'attivazione definitiva delle ZES nelle aree portuali e retro-portuali.

Cagliari, 27 giugno 2018