CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA

XVLegislatura

Interrogazione n. 1559/A

DESSÌ, con richiesta di risposta scritta, sullo smantellamento della sede INPS di Giba.

***************

Il sottoscritto,

premesso che:
- l'INPS procederà all'adozione del nuovo piano di riorganizzazione e razionalizzazione territoriale in applicazione del "Piano di riassetto territoriale delle direzioni provinciali di Cagliari, Sassari e Nuoro" che prevede il ridimensionamento e la trasformazione di varie sedi INPS;
- tale piano prevede il ridimensionamento e la trasformazione della sede INPS di Giba in un cosiddetto punto INPS, ovvero una semplice struttura assimilabile a centri di ascolto dell'utente il quale per qualsiasi operazione sarà obbligato a rivolgersi alle sedi di Carbonia e Iglesias;
- i parametri che lo Stato pone per il mantenimento delle sedi INPS non sono compatibili con le peculiarità di una Regione come la Sardegna che, sia per questioni di estensione territoriale, sia per le condizioni delle infrastrutture stradali, non può essere comparata con altre regioni che non hanno le stesse criticità;
- tale riorganizzazione appare riflettersi in modo pesante su un territorio come quello del Sulcis, già sofferente per la mancanza di altri servizi essenziali, l'esistenza di una pessima viabilità e di una rete di trasporti pubblici estremamente carente;

considerato che l'INPS eroga non solo pensioni, ma anche assegni di invalidità e redditi di inclusione sociale, oltre a innumerevoli altri servizi che in un territorio già sofferente come quello del Sulcis costituiscono per molti nuclei familiari l'unica fonte di sostentamento;

constatato che:
- la soppressione dell'agenzia INPS di Giba appare devastante e avrà pesanti riflessi sul territorio e sui servizi per i cittadini; tale sede è infatti l'ufficio più prossimo al Comune di Teulada e a tutto il basso Sulcis e, oltre ad effettuare un servizio sociale rivolto spesso a cittadini appartenenti alle fasce più deboli (invalidità, pensioni, ecc.), è l'ufficio di riferimento per centinaia di lavoratori stagionali che tutti gli anni a tale ufficio si rivolgono per le pratiche relative al riconoscimento dell'indennità di disoccupazione;
- gli utenti per usufruire dei servizi dovrebbero recarsi in sedi più lontane sostenendo costi e disagi e determinando un maggior afflusso verso le sedi centrali con un ulteriore congestionamento delle stesse,

chiede di interrogare il Presidente della Regione per sapere se:
1) sia a conoscenza del progetto di riorganizzazione e ridimensionamento di alcune sedi territoriali dell'INPS e in particolare le sedi del Sulcis con il forte pericolo di soppressione della succursale di Giba e l'eventuale ridimensionamento delle filiali di Iglesias e Carbonia;
2) sia stata valutata la possibilità di sollecitare un immediato confronto con il Governo per mettere in agenda la vertenza INPS e verificare l'opportunità di attivarsi per scongiurare ulteriori danni al territorio del Sulcis affinché la presenza dell'INPS non sia ridotta, ma adeguatamente potenziata per assicurare un servizio efficiente ed un'erogazione puntuale delle prestazioni previdenziali e di sostegno al reddito.

Cagliari, 5 luglio 2018