CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA

XVLegislatura

Interrogazione n. 1570/A

LAMPIS - TRUZZU -FUOCO - ORRÙ, con richiesta di risposta scritta, sullo stato di abbandono e di estrema precarietà delle aree di proprietà di Igea Spa situate nella frazione di Ingurtosu sita nel Comune di Arbus.

***************

I sottoscritti,

premesso che l'Assessorato regionale della difesa dell'ambiente in data 10 luglio ha rimodulato la programmazione di alcuni interventi di bonifica nelle aree minerarie dismesse del Sulcis-Iglesiente-Guspinese;

visto che la riprogrammazione stabilisce di stanziare a favore del Comune di Buggerru 2 milioni e 500 mila euro; di destinare le risorse della società IGEA di 1 milione e 500 mila euro agli interventi nella "Macro area Masua"; di stanziare a favore del Comune di Iglesias 1 milione e 976 mila euro;

rilevato che Ingurtosu è una frazione del Comune di Arbus, che dista circa 10 km dal capoluogo comunale che ha rappresentato, insieme a Montevecchio, una delle aree minerarie più estese e produttive della Sardegna;

preso atto che nella frazione di Ingurtosu da oltre tre mesi, a causa di frane formatesi a seguito dalle copiose piogge dei mesi scorsi, è stata interdetta l'unica strada da cui è possibile accedere al centro dell'abitato in cui insistono anche ulteriori proprietà private;

appurato che il ripristino della viabilità all'interno della Frazione di Ingurtosu è di competenza della Società Igea in quanto catastalmente titolare delle aree in questione;

acclarato che la frazione di Ingurtosu fa parte del Parco geominerario storico ed ambientale della Sardegna e dal 1997 è inserita nella rete del geoparco dell'Unesco, circostanza che ogni anno attrae migliaia di visitatori che si riversano nelle coste dell'Arburese;

ritenuto che lo stato di incuria e di abbandono della frazione di Ingurtosu può determinare un enorme danno economico ad un tessuto sociale già fortemente compromesso; 

chiedono di interrogare il Presidente della Regione e l'Assessore regionale dell'industria per conoscere:
1) se siano a conoscenza della problematica esposta e quali atti ha posto in essere alla data odierna per relativa soluzione;
2) quali siano gli ostacoli che ad oggi hanno impedito all'IGEA di intervenire per la messa in sicurezza dell'area in questione con conseguente ripristino della viabilità all'interno della frazione di Ingurtosu;
3) quali tempi ritenuti consoni ed accettabili possono essere previsti per la risoluzione della doglianza in questione.

Cagliari, 16 luglio 2018