CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA

XVLegislatura

Interrogazione n. 1603/A

TEDDE - ZEDDA Alessandra - COINU - CONTU - FASOLINO - PERU - TOCCO - TUNIS, con richiesta di risposta scritta, sul perdurare del processo di depotenziamento del centro trasfusionale di Alghero.

***************

I sottoscritti,

premesso che con interrogazioni n. 912/A del 23 novembre 2016 e n. 1082/A del 24 aprile 2017, ad oggi prive di riscontro, è stato chiesto di conoscere le iniziative che l'Amministrazione regionale ha intenzione di intraprendere al fine di migliorare l'operatività del Presidio ospedaliero di Alghero-Ozieri ed, in particolare, di conoscere gli intendimenti della Giunta regionale per scongiurare il declassamento del centro trasfusionale di Alghero a semplice emoteca;

premesso, altresì, che risulta che il processo di depotenziamento del centro trasfusionale di Alghero prosegue con solo 4 medici, che da giugno sono impiegati nel servizio e destinati a diventare 3 dal prossimo autunno;

rilevato che le richieste di sostituzione del personale medico sono rimaste inascoltate e che qualora la situazione attuale dovesse perdurare si arriverebbe alla chiusura degli ambulatori dal prossimo 1° ottobre;

rilevato, altresì, che la mancata attenzione da parte dell'ATS verso il centro trasfusionale di Alghero appare incomprensibile se si tiene conto che Olbia dispone di 8 medici, Nuoro di 7, Ozieri di 5 mentre Alghero che registra volumi maggiori rispetto ai predetti centri, dispone per l'appunto di soli 4 medici;

ribadito l'importante servizio garantito dal centro trasfusionale di Alghero che, nonostante le riduzioni di risorse umane da esso patite, mantiene eccellenti livelli di donazioni di sangue e di produzione di plasma per emoderivati fornendo sostegno anche ad altre strutture sanitarie della Sardegna;

evidenziato che l'attività terapeutica, trasfusionale, le terapie extracorporee e le consulenze non hanno subito interruzioni nonostante la grave carenza di medici e che il centro trasfusionale di Alghero continua a ricevere il gradimento pubblico dei pazienti,

chiedono di interrogare il Presidente della Regione per conoscere:
1) se sia intendimento dell'Amministrazione regionale intervenire presso l'ATS affinché venga reintegrato il personale medico necessario al funzionamento del centro trasfusionale di Alghero il quale nonostante abbia volumi superiori ad Olbia, Nuoro e Ozieri dispone di un numero di medici inferiore destinato a diminuire ulteriormente dal prossimo autunno;
2) quali siano, altresì, gli interventi che la Giunta regionale intende porre in essere allo scopo di impedire il declassamento del centro trasfusionale di Alghero a semplice emoteca.

Cagliari, 9 agosto 2018