CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA

XVLegislatura

Interrogazione n. 1616/A

COSSA, con richiesta di risposta scritta, sull'utilizzo della denominazione "L'Isola che c'è" come titolo di un corso professionale regionale.

***************

Il sottoscritto,

premesso che da quasi quarant'anni si svolge in tutta l'Italia la manifestazione "L'Isola che c'è", organizzata dalla Gia Comunicazione in collaborazione con le organizzazioni degli emigrati sardi;

ricordato che la manifestazione è oramai un appuntamento consolidato ed atteso dalle comunità di sardi emigrati, in quanto intende promuovere la specialità e la cultura sarda fuori dall'isola e raccoglie grande stima ed apprezzamento dovunque si svolga;

sottolineato che l'utilizzo della suggestiva denominazione "L'isola che c'è" contribuisce in modo significativo a caratterizzare la manifestazione, tesa a dare voce ed evidenza a una Sardegna che guarda al futuro con entusiasmo e positività ed è pertanto da considerare patrimonio di chi organizza da cosi tanto tempo l'evento;

appreso che tra i corsi professionali finanziati dalla Regione l'Istituto professionale europeo "Leonardo" ne propone uno intitolato proprio "L'Isola che c'è", destinato alla formazione di 80 disoccupati nel settore turistico;

evidenziato che il prestigio di una manifestazione ultratrentennale potrebbe essere offuscato dall'uso improprio della sua denominazione da parte di un ente di formazione professionale e potrebbe innescare un imbarazzante contenzioso,

chiede di interrogare il Presidente della Regione e l'Assessore regionale del lavoro, formazione professionale, cooperazione e sicurezza sociale per sapere:
1) se siano a conoscenza di quanto esposto;
2) se non ritengano di intervenire presso gli uffici per verificare la possibilità di modificare il titolo del corso e rimediare così all'inconveniente.

Cagliari, 12 settembre 2018