CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA

XVLegislatura

Interrogazione n. 1631/A

TOCCO, con richiesta di risposta scritta, sulla concessione in uso gratuito al FAI del compendio immobiliare "ex Batteria Talmone" a Palau.

***************

Il sottoscritto,

premesso che:
- la deliberazione n. 5/9 del 7 febbraio 2007 avente ad oggetto "Concessione in uso gratuito al FAI (Fondo per l'Ambiente Italiano), per venticinque anni, del compendio immobiliare di proprietà regionale, denominato "ex Batteria Talmone", sito nella località Punta Don Diego - Cala di Trana in Comune di Palau", ha provveduto ad assegnare il patrimonio suddetto al FAI;
- lo scorso 21 settembre 2018 la Giunta regionale, su proposta dell'Assessore regionale degli enti locali, finanze e urbanistica, ha deciso di concedere il bene in argomento al FAI, a canone agevolato, per garantire il completamento dell'attività di restauro, la tutela, la salvaguardia e la valorizzazione del patrimonio artistico e paesaggistico; la concessione ha decorrenza dal 7 febbraio 2007 e scadenza al 6 febbraio 2032;
- l'intesa tra Regione e FAI prevede la concessione per 25 anni a favore dei Fondo per l'Ambiente italiano dell'immobile denominato Batteria Talmone, ubicato nel Comune di Palau (Punta Don Diego - Cala di Trana);
- con l'accordo si consente di regolarizzare l'occupazione del compendio e il completamento del progetto finalizzato al mantenimento, al restauro, alla valorizzazione e alla pubblica fruizione dell'ex bene militare di interesse storico-culturale;
- lo Stato aveva trasferito la Batteria Talmone alla Regione il 18 febbraio 2004; al momento del trasferimento il bene risultava essere stato assegnato sin dal dicembre 2002 dall'Agenzia del demanio al FAI, per 6 anni rinnovabili; l'atto di concessione imponeva, tra gli altri obblighi, quello per il concessionario di eseguire i lavori di restauro e recupero per la pubblica fruizione;
- con il provvedimento approvato lo scorso 21 settembre 2018 è stato dato seguito alla stipula formale dell'atto; tra il 2004 e il 2015, il FAI ha provveduto a mettere in sicurezza ed eseguire una serie di interventi per rendere pienamente fruibile al pubblico l'edificio della caserma; con il restauro conservativo, l'immobile è tornato al suo antico splendore; inoltre è stata ripristinata quasi interamente l'antica strada in granito che consente il collegamento agli altri edifici; il compendio necessita di ulteriori interventi di restauro e valorizzazione già programmati;

ancora un atto vergognoso di disinteresse della popolazione della Sardegna e della Gallura in particolare un atto nel quale leggiamo l'incapacità, da parte di questa maggioranza, di gestire la Sardegna e il suo patrimonio, ma noi non intendiamo svendere la Sardegna nemmeno al Fai;

evidenziato che:
- l'operazione pare essere stata concretizzata nel più completo svilimento del Comune di Palau, a discapito degli interessi dell'ente locale;
- un pezzo di storia della Gallura, quindi, è stato ceduto dalla Regione senza nemmeno consultare il comune, che avrebbe certamente potuto creare un'attività che potesse dare sviluppo al territorio e valorizzare un bene così importante;
- sembrano essere state disattese le previsioni dello Statuto e del regolamento della Regione, secondo le quali i beni dello Stato per i quali sia cessato l'uso governativo siano incamerati nel patrimonio regionale e possano essere ceduti, attraverso una corsia preferenziale, ai comuni dove ricadono;
- è stato così dato seguito ad un atto vergognoso, che palesa indifferenza nei confronti della popolazione della Sardegna e della Gallura in particolare; un provvedimento in cui pare evidente l'incapacità gestire un patrimonio inestimabile, svendendo la Sardegna al FAI;

ritenuto che si potesse favorire una soluzione diversa, con la gestione dell'ex Batteria Talmone a Palau da assegnare anche in sinergia con il Comune di Palau o, comunque, venendo incontro alle esigenze della comunità territoriale,

chiede di interrogare il Presidente della Regione e l'Assessore regionale degli enti locali, finanze e urbanistica per sapere:
1) se, rispetto a quanto premesso, in base alla deliberazione n. 5/9 del 7 febbraio 2007 avente ad oggetto "Concessione in uso gratuito al FAI (Fondo per l'Ambiente Italiano), per venticinque anni, del compendio immobiliare di proprietà regionale, denominato "ex Batteria Talmone", sito nella località Punta Don Diego - Cala di Trana in Comune di Palau", non sia stato possibile rivedere l'operazione suddetta con la concessione del bene al comune;
2) se non si sia reso opportuno consultare comunque gli enti locali interessati, in primis il comune, per la gestione sinergica del patrimonio in argomento;
3) quali interventi siano stati compiuti dal FAI all'interno dell'immobile in questione e i progetti del Fondo ambiente italiano per rendere fruibile comunque la struttura alle comunità locali.

Cagliari, 27 settembre 2018