CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA

XVLegislatura

Interrogazione n. 1638/A

PINNA - COCCO Pietro - CACCIOTTO - COLLU - COMANDINI - COZZOLINO - DERIU - LOTTO - MELONI Valerio - PISCEDDA - SOLINAS - SABATINI - TENDAS, con richiesta di risposta scritta su "chiarimenti sullo stato dell'arte dei lavori di adeguamento funzionale della strada statale n. 197 "Guspini-San Gavino Monreale-Sanluri - Messa in sicurezza e adeguamento - 1° lotto funzionale . messa in sicurezza dei ponti sul rio Flumini Malu sulle strade provinciali n. 69 e n. 63 di accesso all'abitato di Pabillonis".

***************

I sottoscritti,

premesso che: 
- con il decreto assessoriale n. 31 del 18 aprile 2008, l'Assessorato regionale dei lavori pubblici affidava alla Provincia del Medio Campidano il progetto relativo ad interventi di adeguamento del tratto della strada statale n. 197 compreso tra Guspini e Sanluri;
- il progetto veniva finanziato per l'importo di euro 5.000.000 (deliberazione della Giunta regionale n. 48 del 2008) con un programma di opere di viabilità locale;
- nell'ambito del quadro progettuale e secondo un preciso iter procedurale intercorso tra Provincia e Regione, il 7 luglio 2014, la Provincia del Medio Campidano approvava le risultanze della Conferenza di Servizi, ma, a seguito dei vincoli imposti dal Patto di stabilità e lo scioglimento anticipato della legislatura, non rispettava i termini per la procedura di pubblicazione di affidamento dei lavori, di cui alla legge 23 maggio 2013, n. 12 (finanziaria) che all'articolo 4, comma 1, disciplina l'applicazione delle disposizioni di cui all'articolo 2, comma 2, della legge regionale n. 14 del 2010;

precisato che:
- tali ritardi hanno comportato il definanziamento delle annualità 2009 e 2010;
- nonostante le note di sollecito indirizzate alla Provincia dal Servizio infrastrutture e viabilità dell'Assessorato regionale dei lavori pubblici, tese ad evitare ulteriori definanziamenti oltre a quello già operato, le stesse non hanno sortito gli effetti sperati posto che la provincia, allora commissariata, non dava seguito alla procedura di affidamento dei lavori, il cui termine ultimo scadeva il 19 luglio 2014;

ricordato che: 
- con precedente interpellanza n. 6/A del 29 aprile 2014, si richiedevano notizie sia sugli interventi previsti per la messa in sicurezza della strada statale n. 197, tratto Sanluri-Guspini, che sulla realizzazione dell'intersezione rotatoria al chilometro 13,500, incrocio strada provinciale n. 61 con viabilità urbana nel Comune di San Gavino Monreale;
- con successiva interrogazione n 1013/A, presentata il 20 febbraio 2017, si chiedevano ulteriori chiarimenti sui ritardi relativi alla messa in sicurezza del ponte sul Rio Flumini Malu, tratta Pabillonis strada statale n. 131 (Sardara) altezza km 5,700 e 5,900, e delucidazioni sullo stato di attuazione degli interventi atti a consentire la piena utilizzazione delle strade provinciali 63 e 69, in seguito all'ordinanza di chiusura delle due strade;

tenuto conto che, con nota prot. n. 2124 del 30 luglio 2014, l'Assessore competente, precisava che:
- a seguito della rimodulazione, l'importo originario da 5 milioni di euro era stato rideterminato in 4 milioni, per effetto del disposto definanziamento conseguente al mancato affidamento dei lavori nei termini previsti dalle norme regionali;
- era stato individuato un primo lotto funzionale con gli interventi più urgenti, rimandando ai successivi altri due lotti funzionali il completamento dell'adeguamento dell'intero tracciato;
- la ex provincia del Medio Campidano aveva inoltre stanziato, con fondi del proprio bilancio, l'ulteriore somma di euro 340.000, per la realizzazione della rotatoria al km. 13,500, intersezione con la strada provinciale n. 61;
- a causa del mancato rispetto dei termini previsti dalla legge regionale n. 14 del 2010 e successive modifiche e integrazioni era stato disposto, ope legis, il definanziamento con la revoca definitiva dei quattro milioni di euro;

preso atto che:
- a seguito delle sollecitazioni, la Giunta regionale provvedeva a riprogrammare l'intervento nel "Piano regionale delle infrastrutture" con un importo di 5 milioni di euro, approvato dalla deliberazione della Giunta regionale n. 22/1 del 7 maggio 2015;
- con le deliberazioni n.38/11 del 28 giugno 2016 e n. 39/12 del 9 agosto 2017, sono state introdotte alcune modifiche, riguardanti:
- l'oggetto dell'intervento (da " strada statale n. 197 Guspini - San Gavino - Sanluri. Messa in sicurezza e adeguamento 10 lotto funzionale", all'attuale " strada statale n. 197 Guspini - San Gavino - Sanluri. Messa in sicurezza e adeguamento - 1° lotto funzionale - messa in sicurezza dei ponti sul rio Flumini Malu sulle strade provinciali n. 69 e n. 63 di accesso all'abitato di Pabillonis);
- il soggetto attuatore (da ANAS a Provincia Sud Sardegna);

considerato che, in esito alla manifestazione di interesse, pubblicata nel mese di gennaio 2017, la Provincia del sud Sardegna, subentrata alla ex provincia del Medio Campidano) con propri fondi, appaltava "i lavori di adeguamento funzionale della strada statale n. 197 Guspini - San Gavino Monreale - Sanluri - realizzazione rotatoria al km 13+500, in corrispondenza dell'attuale intersezione con la strada provinciale n. 61 e la via Villacidro nel comune di San Gavino Monreale, per l'importo di euro 340.000,00";

verificato che nel relativo capitolo regionale (SC07.0040), a fronte di uno stanziamento iniziale di 5 milioni di euro per la realizzazione delle opere pubbliche citate, risulterebbe un trasferimento nelle casse della Provincia del sud Sardegna di circa euro 1.500.000, da parte della Regione;

osservato che rispetto al finanziamento assentito e assegnato alla Provincia del Sud Sardegna, non sono noti:
- lo stato dell'arte dei lavori;
- il rispetto o meno dei tempi procedurali dettati dalle norme legislative e regolamentari in materia;

ritenuto che eventuali ritardi nell'utilizzo delle risorse, potrebbero, ancora una volta, pregiudicare la realizzazione delle importanti e indifferibili opere in argomento;

evidenziato che: 
- gli interventi infrastrutturali suddetti risultano vitali per un territorio ricco di interessi turistici, commerciali e artigianali, e rappresentano una importante risposta ai problemi di viabilità e di sicurezza, che si lega alla crescita, allo sviluppo e all'occupazione;
- si rende, pertanto, necessario e improcrastinabile salvaguardare tali interessi;
- la mancata realizzazione di tali opere comporterebbe nel tempo un grave pericolo per la sicurezza degli automobilisti e dei cittadini in generale, altre che per i turisti, posto che le infrastrutture interessano un'area territoriale connotata da siti di grande interesse turistico ricadenti nei Comuni di Guspini, San Gavino Monreale, Villacidro e Sanluri;

ritenuto, inoltre, indispensabile garantire la pubblica incolumità e assicurare, altresì, un adeguato collegamento tra i comuni interessati, la strada statale n. 131, principale arteria di comunicazione dell'intera Regione e la vicina zona costiera;

sottolineato che, in ragione del dilatarsi dei tempi, i sottoscritti esprimono seria preoccupazione per via delle ricadute sulla popolazione residente,

chiedono di interrogare il Presidente della Regione, l'Assessore regionale dei lavori pubblici e l'Assessore regionale degli enti locali, finanze e urbanistica, nell'ambito delle proprie competenze, per sapere:
1) se siano a conoscenza di quanto rappresentato;
2) quale sia lo stato delle opere in termini di progetto, appalto, priorità e finanziamento, anche in relazione ai diversi lotti;
3) se, a distanza di dieci anni, ritengono l'importo finanziato sufficiente per la realizzazione complessiva delle opere, ovvero sia necessario un ulteriore finanziamento;
4) se non ritengano, infine, necessario intervenire, attraverso gli opportuni strumenti, al fine di dare impulso e accelerazione all'esecuzione e conclusione, da parte della Provincia del sud Sardegna, di tutte le opere pubbliche oggetto del finanziamento.

Cagliari, 4 ottobre 2018