CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA

XVLegislatura

Interrogazione n. 1646/A

PINNA, con richiesta di risposta scritta, sul mancato inserimento della Sezione di Villacidro all'interno del settore operativo delle aree organizzative, prevista dalla deliberazione commissariale n. 40/2018 del Consorzio di bonifica della Sardegna meridionale (CBSM).

***************

Il sottoscritto,

premesso che, con decreto del Presidente della Regione n. 126 del 19 novembre 2015, è stata approvata, ai sensi dell'articolo 18, comma 4, della legge regionale 23 maggio 2008, n. 6 (Legge quadro in materia di consorzi di bonifica) la fusione tra il Consorzio di bonifica della Sardegna meridionale, del Basso Sulcis e del Cixerri;

considerato che in data 28 novembre 2017 è stato approvato, con deliberazione n. 36 e successive modificazioni, il nuovo statuto del Consorzio di bonifica della Sardegna meridionale (CBSM), alla luce della fusione per incorporazione tra tali consorzi;

preso atto che:
- la struttura organizzativa del consorzio è definita dal Piano di organizzazione variabile (POV);
- con deliberazione n. 10 del 22 febbraio 2018 del CBSM "Articolazione delle Aree in settori operativi e unità operative semplici (sezioni) del Consorzio di bonifica della Sardegna meridionale, risultante dalla fusione per incorporazione del Consorzio di bonifica della Sardegna meridionale, Consorzio del Cixerri e del Consorzio Basso Sulcis" sono stati individuati i settori operativi e le sezioni all'interno delle aree organizzative, al fine di rispondere adeguatamente alle esigenze del consorzio nella nuova fase operativa;
- nell'ambito di tale articolazione è stata individuata, all'interno del Settore Distretto 3 San Gavino-Villacidro dell'area agraria, la sola sezione di San Gavino, escludendo la Sezione di Villacidro, quale ulteriore articolazione organizzativa;

sottolineato che l'ufficio di gestione irrigua di Villacidro, località Rio Leni, è espressamente previsto dall'articolo 1, comma 4, del richiamato statuto;

rilevato che, in seguito alle risultanze emerse dagli incontri tra il direttore generale del consorzio e le rappresentanze sindacali aziendali, con deliberazione n. 40/2018 del 23 maggio 2018, il commissario straordinario del CBSM, stante l'importanza strategica di ripristinare il presidio del servizio agrario presso il distretto agricolo di Villacidro, modificava l'allegato alla deliberazione n. 10/2018, prevedendo il reintegro della sezione di Villacidro presso il citato Distretto agricolo 3 San Gavino-Villacidro;

tenuto conto che:
- lo scorso 20 luglio 2018, con deliberazione commissariale n. 53, in conformità al Piano di organizzazione variabile del CBSM, è stata disposta l'attivazione delle procedure di promozione per merito comparativo per il personale consortile già in servizio;
- a tal fine con l'allegato A alla determinazione del direttore generale n. 329/2018 del 31 agosto 2018, sono state individuate le sedi di lavoro, le figure professionali, le relative aree, i parametri, le qualifiche e le funzioni, nonché i settori e le sezioni;

osservato che, tuttavia, né la determinazione né l'allegato A prevedono l'inserimento della sezione di Villacidro nel citato Settore Distretto 3;

considerato che, a tutt'oggi, a distanza di cinque mesi, nonostante l'approvazione della nuova articolazione organizzativa del CBSM, non risulta rispettata la previsione di cui alla richiamata deliberazione commissariale n. 40/2018 del 23 maggio 2018 in ordine all'attivazione della sezione di Villacidro,

chiede di interrogare l'Assessore regionale dell'agricoltura e riforma agro-pastorale per sapere:
1) se siano a conoscenza di quanto rappresentato;
2) quali siano i motivi che hanno impedito il reintegro della Sezione di Villacidro, come da statuto e deliberazione commissariale n. 40/2018 del 23 maggio 2018;
3) se non ritengano opportuno di dover assumere iniziative di competenza finalizzate al reintegro della Sezione di Villacidro presso il distretto agricolo 3 San Gavino-Villacidro.

Cagliari, 17 ottobre 2018