CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA

XVLegislatura

Interrogazione n. 1649/A

TEDDE - ZEDDA Alessandra - COINU - CHERCHI Oscar - FASOLINO - PERU - RANDAZZO - TOCCO - TUNIS, con richiesta di risposta scritta, sul persistere dello stato di abbandono e degrado del centro congressi di Alghero di proprietà della Regione autonoma della Sardegna.

***************

I sottoscritti,

premesso che, con interrogazione n. 822/A del 5 agosto 2016, ad oggi rimasta priva di riscontro, è stato interrogato il Presidente della Regione per conoscere quali fossero le azioni che l'Amministrazione regionale intendeva porre in essere allo scopo di rendere fruibile ed utilizzabile la struttura congressuale di Alghero di proprietà della Regione,

premesso, altresì, che da allora nessuna risposta è stata resa dall'Amministrazione regionale e che il perdurare dello stato di abbandono ne ha accresciuto notevolmente il degrado e il decadimento strutturale;

rilevato che un recente sopralluogo ha consentito di accertare il danneggiamento delle porte del centro che risultano aperte a seguito di sfondamento;

rilevato, altresì, che, in particolare, la mancanza delle porte d'accesso ha consentito l'intrusione da parte di vandali e ladri che hanno distrutto e sottratto dalla struttura le attrezzature elettroniche ed elettriche per l'illuminazione e la videosorveglianza con gravi danni alla cabina ed ai quadri elettrici devastati dall'azione delinquenziale di sconosciuti;

osservato che a seguito dei gravi atti vandalici e di danneggiamento alcune aree del centro facilmente accessibili a chiunque rappresentano un vero pericolo per l'incolumità e la sicurezza delle persone, con "cupolotti" sfondati con pericolo di caduta da circa 4 metri e controsoffittature in procinto di crollo;

evidenziato che il perdurare del grave stato di abbandono della struttura pubblica impone urgenti interventi di pulizia e di chiusura di tutte le aperture e porte da tempo lasciate aperte, nonché la messa in sicurezza delle aree pericolose;

evidenziato, altresì, che in assenza di un piano per il recupero e, soprattutto, per l'utilizzo del centro congressuale di Alghero, per il quale la Regione ha nel tempo già inutilmente speso circa 25 milioni di euro, la struttura è destinata in poco tempo a divenire irrecuperabile;

considerato che è necessario porre in essere con la massima urgenza una serie di interventi che nel breve periodo consentano la messa in sicurezza del complesso e arrestino il processo di grave degrado cui il centro è da tempo sottoposto, al fine di poterlo destinare alle finalità per le quali è sorto,
 
chiedono di interrogare il Presidente della Regione per conoscere quali siano:
1) gli interventi che l'Amministrazione regionale intende porre in essere per arrestare il grave processo di abbandono e degrado del centro congressi di Alghero di proprietà della Regione;
2) le azioni che la Giunta regionale intende intraprendere e delle quali si è già chiesto conto con l'interrogazione n. 822/A del 5 agosto 2016 ad oggi rimasta priva di riscontro, allo scopo di rendere la struttura congressuale di Alghero fruibile ed utilizzabile per le finalità per le quali è sorta.

Cagliari, 22 ottobre 2018