CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA

XVLegislatura

Interrogazione n. 1658/A

TEDDE - ZEDDA Alessandra - CHERCHI Oscar - COINU - FASOLINO - PERU - RANDAZZO - TOCCO - TUNIS, con richiesta di risposta scritta, sugli esiti della decisione di procedere all'alienazione al pubblico incanto del compendio agricolo di Surigheddu-Mamuntanas siti sul territorio del Comune di Alghero in violazione dei contenuti della deliberazione n. 9/17 dell'8 marzo 2006 e dell'intesa istituzionale del 19 aprile 2007.

***************

I sottoscritti,

premesso che con risposta del 30 dicembre 2015 all'interrogazione n. 533/A del 13 ottobre 2015, con la quale si chiedeva di conoscere le strategie dell'Amministrazione regionale in ordine al destino dell'ex azienda agricola di Surigheddu-Mamuntanas, l'Assessore regionale degli enti locali, finanze e urbanistica precisava che "il contenuto del futuro bando di valorizzazione non potrà che richiamarsi ai contenuti della deliberazione n. 9/17 dell'8 marzo 2006 e dell'intesa istituzionale del 19 aprile 2007, seppur tra loro apparentemente in conflitto";

premesso, altresì, che è noto che con determinazione prot. n. 7996, rep. n. 302, del 25 febbraio 2016 è stata avviata un'indagine di mercato finalizzata a fornire "elementi utili per orientare le scelte dell'Amministrazione regionale nella successiva procedura di alienazione dei compendi in oggetto" di cui ad oggi, tuttavia, non sono stati resi pubblici i contenuti;

rilevato che dalla determinazione prot. n. 45454, rep. n. 2621, dell'11 novembre 2016 risulta che "al fine di dare avvio alla procedura di alienazione, si rende necessario procedere alla regolarizzazione catastale del bene di proprietà regionale in questione";

rilevato, altresì, che ad oggi non si conoscono gli esiti della procedura di regolarizzazione catastale né è dato conoscere i contenuti del futuro bando di alienazione e le modalità in base alle quali essi si richiameranno all'intesa istituzionale del 19 aprile 2007, dato che nella risposta all'interrogazione n. 533/A del 13 ottobre 2015 se ne fa cenno in maniera oltremodo generica;

osservato che ad oggi è dato conoscere che con deliberazione di Giunta regionale n. 12/30 del 7 marzo 2017 l'Amministrazione regionale ha inserito il compendio di Surigheddu-Mamuntanas nell'elenco degli immobili per i quali intende avviare la procedura di alienazione ai sensi dell'articolo 1, comma 2, della legge regionale n. 35 del 1995;

osservato, altresì, che alla luce degli esiti dell'indagine di mercato di cui alla determinazione prot. n. 7996, rep. n. 302, del 25 febbraio 2016, la Giunta regionale con deliberazione n. 31/24 del 27 giugno 2017 ha deciso "di procedere all'alienazione delle citate aziende con esclusione delle superfici utilizzate per finalità pubblicistiche, ovvero quelle concessionate all'Università degli Studi di Sassari e all'Istituto Zooprofilattico della Sardegna e a quelle interessate dall'invaso di Surigheddu in gestione all'Ente Acque della Sardegna e, in parte, al Consorzio di Bonifica della Nurra";

evidenziato che le procedure di cui all'articolo 1, comma 2, della legge regionale n. 35 del 1995, richiamato nella predetta deliberazione n. 12/30 del 7 marzo 217, che verranno messe in campo nell'alienazione dei beni del compendio di Surigheddu-Mamuntanas prevedono esclusivamente il meccanismo del pubblico incanto, ovverosia una vendita al miglior offerente senza garanzie circa la realizzazione d'investimenti in grado di sviluppare effetti positivi e benefici per il territorio e che, pertanto, mal si concilia con gli obbiettivi prefissati nell'intesa istituzionale del 19 aprile 2007, e recepiti con deliberazione n. 9/17 dell'8 marzo 2006, che prevedono iniziative per lo sviluppo locale e dell'economia coerente con la vocazione del territorio e dell'ambiente,

chiedono di interrogare il Presidente della Regione per conoscere:
1) quali siano gli "elementi utili per orientare le scelte dell'Amministrazione regionale nella successiva procedura di alienazione dei compendi in oggetto" scaturiti dall'indagine di mercato, di cui ad oggi, tuttavia, non sono stati resi pubblici i contenuti, ed ai quali si fa riferimento nella determinazione prot. n. 7996, rep. n. 302, del 25 febbraio 2016 e, soprattutto, nell'atto d'indirizzo di cui alla deliberazione di Giunta regionale n. 31/24 del 27 giugno 2017;
2) in quale modo la decisione di procedere all'alienazione del compendio agricolo di Surigheddu-Mamuntanas ricorrendo al pubblico incanto si concilierebbe con le finalità di cui alla deliberazione n. 9/17 dell'8 marzo 2006 e all'intesa istituzionale del 19 aprile 2007, dato che l'alienazione al miglior prezzo offerto comporterebbe una sorta di "vendita al buio", senza garanzie circa la realizzazione da parte del soggetto acquirente di investimenti in grado di sviluppare effetti positivi e benefici per il territorio.

Cagliari, 29 ottobre 2018