CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA

XVLegislatura

Interrogazione n. 1660/A

TOCCO, con richiesta di risposta scritta, sulle progressioni orizzontali della Regione Sardegna e sull'esclusione di diversi dipendenti.

***************

Il sottoscritto,

premesso che:
- la Regione ha recentemente (nell'ultimo mese) provveduto alle progressioni orizzontali del proprio personale dipendente con decorrenza 1 gennaio 2018;
- risulta che, su un totale di 2.293 aventi i requisiti, 183 dipendenti aventi i titoli sarebbero rimasti esclusi solo per insufficienza di fondi a disposizione; nel novero degli esclusi si registra che ben 164 siano livello D2;
- si specifica come, considerando la totalità di 2.293 dipendenti Regione, ben il 92 per cento degli stessi gode della progressione orizzontale nel 2018;
- di contro, focalizzando l'attenzione sul solo livello D2, il tasso di passaggio è di appena il 66 per cento (infatti sono rimasti esclusi ben 164 dipendenti), da ciò deriva una grande disparità di trattamento in termini di carriera lavorativa, nonché in termini economici;
- come alcuni enti/agenzie regionali abbiano già conseguito il 100 per cento delle progressioni (tra gli altri gli enti regionali per il diritto agli studi universitari di Cagliari e Sassari);
- sarebbe opportuno trovare le risorse per mettere fine a questa discriminazione;
- tale situazione appare essere discriminatoria nei confronti dei dipendenti regionali tagliati fuori dalle progressioni orizzontali;

rilevato che sarebbe opportuno trovare le risorse per mettere fine a questa discriminazione, inserendo i dipendenti in argomento nelle progressioni orizzontali con risorse aggiuntive rispetto a quelle già assegnate,

chiede di interrogare il Presidente della Regione e l'Assessore degli affari generali, personale e riforma della Regione per sapere:
1) se sia a conoscenza dell'esclusione di una grossa fetta di dipendenti regionali aventi i titoli dalle progressioni orizzontali in argomento;
2) per quale motivo siano stati tagliati fuori molti lavoratori del comparto D2;
3) se si possa prevedere l'integrazione delle risorse per venire incontro alle esigenze di tali dipendenti.

Cagliari, 31 ottobre 2018