CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA

XVLegislatura

Interrogazione n. 1663/A

TEDDE - ZEDDA Alessandra - COINU - CHERCHI Oscar - FASOLINO - PERU - RANDAZZO - TOCCO - TUNIS, con richiesta di risposta scritta, sul persistere delle gravi criticità che affliggono il Centro trasfusionale di Alghero a causa delle cronica carenza del personale medico previsto in pianta organica.

***************

I sottoscritti,

premesso che con interrogazione n. 1603/A del 9 agosto 2018, ad oggi rimasta priva di riscontro, interrogavano il Presidente della Regione circa il persistere delle gravi criticità che affliggono il Centro trasfusionale di Alghero a causa delle cronica carenza del personale medico previsto in pianta organica;

premesso, altresì, che nonostante le richieste più volte formalmente indirizzate dal responsabile del servizio al direttore della ASSL di Sassari di poter disporre del personale medico necessario a garantire le funzioni ed i servizi del Centro trasfusionale di Alghero, ad oggi permane la mancanza di tre medici e 2 infermieri senza i quali sono a rischio i LEA e l'attività di prenotazione delle prestazioni che è vietato per legge sospendere;

considerato, inoltre che il Centro trasfusionale di Alghero, nonostante la riduzione di personale, è riuscito fino a poco tempo fa a garantire livelli di eccellenza nella donazione e raccolta di sangue e di produzione di plasma per emoderivati, fornendo sostegno anche ad altre strutture sanitarie della Sardegna;

considerato, altresì, che mentre Alghero ha solo tre medici e, quindi, viene privata del numero minimo indispensabile di operatori per lo svolgimento delle ordinarie attività, Olbia dispone stabilmente di 8 medici, Nuoro di 7 e Ozieri di 5, nonostante i predetti centri registrino volumi inferiori al centro algherese;

evidenziato che con determinazione dirigenziale n. 8826 del 19 ottobre 2018 l'ATS Sardegna ha proceduto all'assunzione a tempo indeterminato di n. 3 medici, in qualità di dirigente medico di Medicina trasfusionale, da destinare alla ASSL di Sassari;

osservato che le assunzioni di cui alla predetta determinazione possono essere impiegate al fine di colmare le gravi e datate carenze di personale del centro trasfusionale di Alghero, che stanno impedendo alla struttura di garantire i servizi minimi indispensabili, mettendo a rischio la sua capacità di assicurare i livelli di eccellenza che le hanno consentito di fungere da importante sostegno anche di altre strutture della Sardegna,

chiedono di interrogare il Presidente della Regione per conoscere:
1) se sia intendimento dell'Amministrazione regionale intervenire presso l'ATS affinché le assunzione dei tre medici, avvenute per effetto della determinazione dirigenziale n. 8826 del 19 ottobre 2018 dell'ATS Sardegna, siano destinate al centro trasfusionale di Alghero;
2) quali siano le soluzioni che l'Amministrazione regionale e l'ATS Sardegna intendono adottare al fine di superare la cronica carenza di personale, anche infermieristico, del Centro trasfusionale di Alghero allo scopo di consentire alla struttura di garantire i livelli di eccellenza che ne hanno contraddistinto l'operato fino a poco tempo fa, nonostante le gravi criticità in termini di disponibilità di risorse umane.

Cagliari, 5 novembre 2018