CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA

XVLegislatura

Interrogazione n. 1669/A

ANEDDA, con richiesta di risposta scritta, sull'utilizzo del finanziamento di spesa del progetto "Overdenture su impianti per cittadini edentuli totali economicamente svantaggiati" (articolo 5 comma 53, legge regionale 23 maggio 2013, n. 12).

***************

Il sottoscritto,

premesso che:
- l'articolo 5, comma 53 della legge regionale 23 maggio 2013, n. 12, ha previsto l'autorizzazione alla spesa di euro 1.000.000 per l'anno 2013 per l'attuazione del "Progetto Overdenture su impiantì per cittadini edentuli totali economicamente svantaggiati", attuato dal Dipartimento di scienze odontostomatologiche dell'Università degli studi di Cagliari; 
- tale stanziamento mira ad assicurare un trattamento implantologico, corredato da prima visita e follow up, a favore di pazienti edentuli appartenenti a fasce deboli ed economicamente svantaggiate della popolazione sarda, con la finalità di migliorarne la qualità di vita anche attraverso la diminuzione di patologie legate alla condizione di edentulia di cui alla deliberazione di Giunta regionale n. 42/43 del 16 novembre 2013 e alla determinazione n. 1332 del 19 novembre 2013, a favore dell'Azienda ospedaliero-universitaria (AOU) di Cagliari;
- con deliberazione dell'AOU n. 549 del 16 maggio 2014, è stata indetta una selezione pubblica per titoli e colloquio per il conferimento di n. 3 incarichi libero professionali per medici o chirurghi odontoiatrici, per la Struttura complessa di Odontostomatologia, per lo svolgimento di prestazioni connesse al "Progetto Overdenture" finanziato dalla Regione, di cui alla deliberazione di Giunta n. 42/43 del 2013 e alla determinazione n. 1332 del 2013, a favore della Azienda ospedaliero-universitaria di Cagliari;
- con deliberazione dell'AOU n. 686 del 10 luglio 2014 è stata bandita l'ammissione dei candidati alla selezione pubblica;
- con deliberazione dell'AOU n. 690 del 10 luglio 2014 è stata nominata la Commissione esaminatrice;
- con deliberazione dell'AOU n. 851 del 2 settembre 2014 è stato autorizzato l'incarico ai 3 professionisti;

considerato che:
- in data 23 novembre 2017 il sottoscritto ha chiesto di poter accedere a tutti gli atti gestionali dell'AOU di Cagliari riguardanti l'utilizzo del finanziamento di spesa del Progetto "Overdenture", dai quali sono emerse le seguenti criticità:
- è mancata la certificazione dei materiali utilizzati per la costruzione delle protesi da inserire nella conformità destinate al paziente (direttiva n. 93/42);
- non è stata bandita la gara d'appalto per l'acquisto di protesi dentarie per un valore di euro 150.000 per il progetto "Overdenture";
- è stata violata la privacy dei pazienti nelle fatture dei laboratori odontotecnici;
- circa 900 (di cui 820 idonei) hanno fatto domanda, su una platea di circa 80.000 potenziali beneficiari, a causa di una pubblicità carente;
- è stata riscontrata un'anomalia nella nomina di n. 3 incarichi libero-professionali per medici o chirurghi odontoiatrici, indetta con deliberazione n. 549 del 16 maggio 2014, 2 dei quali non figurano nella selezione del 10 luglio 2014;
- sono mancate le specifiche delle mansioni dei professionisti incaricati;

ritenuto che:
- la gestione del progetto non sia stata "consona" a una Azienda ospedaliero-universitaria che dovrebbe salvaguardare in primis la salute delle persone, essendo venuta a mancare la tracciabilità dei materiali usati nelle protesi ed essendo stata violata la privacy dei pazienti;
- ci sarebbe dovuta essere una maggiore oculatezza nella spesa delle risorse pubbliche attraverso bandi per l'acquisto di protesi e contratti con mansioni precise e spese certe relativamente al numero di impianti e protesi inserite all'interno del progetto da parte dei medici odontoiatri,

chiede di interrogare il Presidente della Regione e l'Assessore regionale dell'igiene e sanità e dell'assistenza sociale:
1) per sapere se siano a conoscenza della situazione denunciata;
2) per avere chiarimenti sulle mansioni dei professionisti che hanno operato e se le loro prestazioni venivano remunerate a tempo, a intervento o a paziente trattato, e sulla mancata gara per l'acquisto delle protesi dentarie;
3) per sapere a cosa si riferiscono le fatture di prestazioni odontotecniche scaricate negli acquisti di prestazioni socio-sanitarie;
4) per verificare se l'obiettivo di riabilitare mediante un trattamento impianto-protesico i pazienti in condizione di eduntulismo totale o comunque grave (che difficilmente avrebbero potuto accedere autonomamente a tale terapia a causa della loro condizione economica svantaggiata con una metodica sicura, poco costosa e meno fastidiosa) si sia rilevato un progetto costoso per le casse pubbliche e non efficace per la platea degli aventi diritto, in quanto solo pochi fortunati sono venuti a conoscenza del progetto.

Cagliari, 8 novembre 2018