CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA

XVLegislatura

Interrogazione n. 1676/A

TRUZZU - LAMPIS - ORRÙ - RUBIU con richiesta di risposta scritta, sulla definizione dei processi di ricognizione condotti di concerto con le altre Aziende sanitarie volti all'individuazione del patrimonio mobiliare e immobiliare oggetto di trasferimento all'AREUS.

***************

I sottoscritti,

premesso che:
- la legge regionale 27 luglio 2016, n. 17 (Istituzione dell'Azienda per la tutela della salute (ATS) e disposizioni di adeguamento dell'assetto istituzionale e organizzativo del servizio sanitario regionale. Modifiche alla legge regionale 28 luglio 2006, n. 10 (Tutela della salute e riordino del Servizio sanitario della Sardegna. Abrogazione della legge regionale 26 gennaio 1995, n. 5) e alla legge regionale 17 novembre 2014, n. 23 (Norme urgenti per la riforma del sistema sanitario regionale)) ha disposto l'istituzione dell'Azienda regionale dell'emergenza e urgenza della Sardegna (AREUS);
- la legge regionale 27 luglio 2016, n. 17 con la quale è stata istituita l'Azienda per la tutela della salute (ATS) e si è disposto l'adeguamento dell'assetto istituzionale e organizzativo del servizio sanitario regionale, in particolare ha previdsto l'istituzione dell'AREUS a decorrere dal 1° gennaio 2017 con sede legale a Nuoro;
- la deliberazione della Giunta regionale n. 55/10 del 13 dicembre 2017 rubricata "Norme urgenti per la riforma del sistema sanitario regionale. Legge regionale 17 novembre 2014, n. 23. Direttive e linee di indirizzo per l'avvio dell'Azienda regionale dell'emergenza e urgenza della Sardegna (AREUS)" prevede la costruzione del modello gestionale e operativo dell'AREUS da realizzare in modo graduale e che in una prima fase di avvio il direttore generale AREUS procederà alla definizione dei processi di ricognizione condotti di concerto con le altre aziende sanitarie volti all'individuazione:
- delle strutture organizzative che dovranno essere ricondotte ad AREUS;
- dell'elenco del personale operante nei servizi a gestione AREUS;
- del patrimonio mobiliare e immobiliare (con relativa valutazione) oggetto di trasferimento o comunque funzionale all'operatività di AREUS;
- eventuali debiti e crediti oggetto di trasferimento;
- dei contratti di fornitura, beni, servizi e utenze, funzionali alla piena operatività di AREUS;

considerato che, con deliberazione del direttore generale dell'ATS n. 558 del 20 aprile 2018, avente ad oggetto "Ricognizione delle risorse da ricondurre a AREUS ai sensi della deliberazione della Giunta regionale n. 55/10 del 13 dicembre 2017 approvata con la deliberazione della Giunta regionale n. 3/16 del 23 gennaio 2018 - Avvio adempimenti" si è provveduto ad approvare la ricognizione delle risorse delle centrali operative 118 e delle postazioni territoriali da ricondurre all'AREUS ed in particolare l'elenco della flotta dei mezzi di soccorso al 31 dicembre 2017;

appurato che:
- la carta di circolazione della flotta dei mezzi di soccorso predetta risulta ancora intestata alle precedenti aziende sanitarie locali e non all'ATS, che quindi si troverebbe impossibilitata a trasferire i mezzi all'AREUS;
- la discrasia con il titolare del contrassegno assicurativo (ATS Sardegna) e l'intestazione della carta di circolazione della flotta dei mezzi di soccorso (precedenti aziende sanitarie locali) è sanzionabile ai sensi dell'articolo 94 del decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285 (Nuovo codice della strada), e successive modifiche e integrazioni,

chiedono di interrogare il presidente della Regione e l'Assessore regionale dell'igiene e sanità e dell'assistenza sociale per sapere:
1) se siano a conoscenza della discrasia esistente tra il proprietario indicato nella carta di circolazione della flotta dei mezzi di soccorso e titolare del contrassegno assicurativo (ATS Sardegna);
2) quali azioni intendano porre in essere per consentire il corretto trasferimento dei mezzi all'AREUS ed evitare le sanzioni previste dall'articolo 94 del decreto legislativo n. 285 del 1992, e successive modifiche e integrazioni.

Cagliari, 14 novembre 2018